Tra Busto e Castellanza
Preso pusher nel bosco dello spaccio

I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile hanno fermato e denunciato un pusher tunisino, irregolare e pregiudicato. Si aggirava a bordo di una bicicletta nella zona di “confine” tra l’area boschiva e la strada, alla vista dei militari ha tentato una vana fuga

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile, nel corso del monitoraggio continuo e costante del fenomeno dello spaccio in zone boschive, hanno denunciato un pusher tunisino, bloccato non senza difficoltà nell’area boschiva tra Busto e Castellanza; Il ventunenne, irregolare e pregiudicato, si aggirava a bordo di una bicicletta nella zona di “confine” tra l’area boschiva e la strada, evidentemente ritenendo agevole l’eventuale fuga ed allo stesso tempo il contatto con gli abituali “clienti” e assuntori di sostanze stupefacenti.

Alla vista della pattuglia, il giovane ha tentato di darsi alla fuga, lanciando a terra un involucro di droga. Ma la stradina sterrata del bosco, non particolarmente agevole da percorrere in bicicletta e per di più piena di fango per le abbondanti piogge dei giorni scorsi, ha rallentato la corsa del pusher e permesso ai carabinieri a piedi di raggiungerlo dopo un brevissimo inseguimento. Il soggetto, non contento, ha tentato di divincolarsi con forza dai militari dell’Arma, rendendo necessaria la sua immobilizzazione forzata.

Dopo la perquisizione personale, il ventunenne straniero è stato trovato in possesso di diverse dosi di hashish e cocaina (50 grammi circa) e di 405 euro di banconote in vario taglio, evidente provento dell’attività illecita di spaccio.

Al termine delle operazioni di fotosegnalamento, il giovane, come detto, è risultato irregolare sul territorio nazionale, in quanto privo di permesso di soggiorno e colpito da ordine di espulsione emesso in data 6 settembre 2019 dalla Questura di Bari.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA