Festeggiamenti alla Zaro Carni Spa
I “primi” 85 anni della Signora Rita

La Zaro Carni Spa di Lonate Pozzolo è un’azienda familiare (al cui interno lavora già la 3° generazione della famiglia Zaro) con radici profonde e una visione moderna del futuro...

Luciano Landoni

lonate pozzolo

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

La Zaro Carni Spa di Lonate Pozzolo è un’azienda familiare (al cui interno lavora già la 3° generazione della famiglia Zaro) con radici profonde e una visione moderna del futuro.

“I giovani sono il nostro domani, è nostro dovere aiutarli a crescere”, sostiene Rita Boldrini Zaro.

La signora Rita, vedova del fondatore della società Giovanni, è amministratore unico dell’azienda e ha compiuto oggi i suoi “primi” 85 anni.

La sua formidabile carica umana e una prorompente simpatia ne fanno una leader naturale.

“Sì, è proprio così. E’ lei che ogni giorno ci dà gli stimoli giusti e ci insegna a conquistare il futuro”, dicono i figli Angelo, Giorgio, Paola, i nipoti e tutti i 50 dipendenti che hanno festeggiato il suo compleanno.

“Per me l’azienda è una famiglia allargata. Voglio bene a tutti voi – ha detto con le lacrime agli occhi la signora Rita, rivolgendosi alla piccola folla che la circondava – e a tutti voi e alle vostre famiglie auguro ogni bene”.

Da quando, oltre 50 anni fa, i giovani coniugi Giovanni e Rita hanno iniziato la loro attività, la Zaro Carni Spa (oltre 3.000 tonnellate di carne macellata all’anno, in gran parte proveniente dal bestiame allevato nella tenuta agricola di Morghengo, in provincia di Novara) ha sempre attribuito una grandissima importanza al cosiddetto capitale umano.

“Bisogna porre attenzione ai bilanci – sostiene Rita Boldrini Zaro -, dato che le imprese private non sono enti di beneficenza, ma non si deve mai dimenticare la centralità delle persone. Chi lavora deve essere rispettato e deve essere sempre messo in condizione di dare il meglio di se stesso, con passione ed entusiasmo”.

La stessa passione e lo stesso entusiasmo che un giorno sì e l’altro pure animano la Signora Rita.

100 di questi giorni, Rita!

“Scusate, perché volete porre dei limiti alla Provvidenza?”, dice con un sorriso contagioso sulle labbra.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA

DALLE RUBRICHE