DUE CASI, GIÀ IN ATTO I PROTOCOLLI PREVISTI
Primi contagi a Marnate

Anche a Marnate si registrano i primi due casi positivi al coronavirus: “Quanto necessario dal punto di vista sanitario è già stato attuato da ATS", commenta il Sindaco Galli

Loretta Girola

marnate

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Anche a Marnate si registrano i primi due casi positivi al coronavirus. “Quanto necessario dal punto di vista sanitario è già stato attuato da ATS – commenta il Sindaco Galli – chi doveva essere avvertito per adottare particolari profilassi, lo è stato dalle autorità sanitarie”.

“Cari Cittadini,
Anche Marnate è stata raggiunta dal maledetto Covid 19 ed abbiamo i primi contagi marnatesi – annuncia il Sindaco Elisabetta Galli – la notizia non ci coglie impreparati: era prevedibile, anche se non l’avremmo mai voluta ricevere, e siamo pronti ad affrontare tutto ciò che comporta.
Quanto necessario dal punto di vista sanitario è già stato attuato da ATS che ha preso in carico i soggetti contagiati ed ha attuato tutti i protocolli per la famiglia.
Le persone che hanno avuto contatti diretti negli ultimi giorni con le persone contagiate, verranno poste in quarantena ed altre, conoscenti ed amici, vi si sono poste volontariamente in via precauzionale.
L’amministrazione comunale, che già nei giorni scorsi in via preventiva aveva attivato l’Unità di Crisi Locale, composta dal Sindaco e da responsabili dei vari servizi, è a disposizione per il necessario supporto logistico alle attività di ATS, per qualsiasi necessità.

Il mio pensiero, e quello di tutta la comunità che rappresento, va alle persone che oggi soffrono ed a tutti i loro famigliari e conoscenti che con scrupolo e serietà stanno applicando puntualmente tutte le precauzioni necessarie a contenere la situazione: a loro assicuro la mia vicinanza augurando una sollecita guarigione, garantisco la presenza dell’Amministrazione e della organizzazione comunale per qualsivoglia necessità.
Il mio pensiero va anche a tutti i cittadini che, di fronte a questa notizia, prevedibile ma sempre allontanata dal proprio immaginario, si sentono vulnerabili ed impotenti. Anche a loro assicuro il mio sostegno e li invito ad affrontare con rinnovato vigore questa prova, senza abbattersi, ma applicando con rigore ogni prescrizione, ogni possibile precauzione, per contenere la diffusione del contagio.

Le regole da rispettare sono semplici e note, ma devono essere scrupolosamente rispettate.
Non serve accanirsi per avere notizie di come è successo o di quale sia l’identità dei soggetti positivi, il rispetto della persona viene prima della soddisfazione della curiosità comune: chi doveva essere avvertito per adottare particolari profilassi, lo è stato dalle autorità sanitarie.
Il coraggio non manca ai Marnatesi che, ne sono convinta, continueranno a dimostrare, anche in questa cruda evoluzione della prova, tutta la loro tenacia ed il senso di responsabilità che in queste settimane ha contraddistinto molti.
Vi abbraccio tutti virtualmente”.

Copyright @2020

NELLA STESSA CATEGORIA