AMARCORD TIGROTTO AL MUSEUM
Pro Patria 90-94, la reunion al Museum

L'Imperatore Alessandro Polizzotto, la coppia gol Farina-Garavaglia, bomber Buzzetti, Victor De Palo, Zico Zago, mister Venturini: sono solo alcuni dei tanti tigrotti dell'allora Interregionale pronti a mettere la propria firma al Museum Pro Patria

Mattia Brazzelli Lualdi

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

La coppia gol della promozione in Eccellenza Damiano Farina e Lorenzo Garavaglia, il bomber di Jerago con Orago Lorenzo Buzzetti, il talentuoso danese Acunto De Lorenzo, l’imperatore Alessandro Polizzotto, l’incontenibile Carlo Albore, il pilastro della mediana Victor De Palo, il faro del centrocampo Luca Aquilante, il signore della difesa Salvatore Cerrone, il tigrotto Zico Zago, l’incontenibile Alessandro Alvaro Lupi (ora allenatore della Primavera del Milan), l’ottico Paolo Alessio, il bustocco Foresti, mister Massimo Venturini e tanti altri ancora, come Alessandro Balzer, Paolo Lovo, Filippo Erba, Massimo Cantoreggi, Ivan Robustelli ecc ecc

Tigrotti che, nei primi anni 90, hanno segnato a loro modo la storia della Pro Patria, contribuendo alla rinascita biancoblù dell’era Campo, l’indimenticato patron d’origine gelese in grado di rilevare il club bustocco da Filippini e di riportarlo in Interregionale con grandi sacrifici economici personali. Anni sicuramente non facili, quelli del ritorno in serie D (allora denominata Interregionale), delle dispendiose trasferte in Sardegna (anche in nave) e di tanti altri aneddoti , ma anni vissuti intensamente grazie a tanti giovani ragazzi in grado di onorare fino all’ultima goccia di sudore la gloriosa maglia biancoblù, entrando così a far parte di diritto della quasi centenaria storia del club bustocco. E per questi tigrotti, riuniti per una cena amarcord da Zago presso il ristorante del mitico Feroce, si apriranno le porte del Museum Pro Patria, con il responsabile dell’Antro della Tigre Andrea Fazzari che fisserà questo momento magico facendo apporre, ad ognuno dei presenti, le firme sul muro della storia biancoblù. Perché tigrotti una volta, tigrotti per sempre…

Copyright @2018