SERIE C - 16^ GIORNATA
Pro Patria-Alessandria: 0-0. Ai tigrotti manca il colpo del k.o.

Pari e patta allo "Speroni" con i tigrotti che non riescono a sfondare il muro dei grigi: per la Pro è il primo 0-0 stagionale

Mattia Brazzelli Lualdi

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Nel gelo dello “Speroni”, la Pro Patria mette alle corde l’Alessandria (9-o il computo degli angoli), senza però riuscire a trovare il colpo del ko: il primo 0-0 stagionale, pur stando stretto, vale comunque il sesto risultato utile consecutivo (il nono nelle ultime decime gare) e il 21esimo punto stagionale.

Nel primo tempo, con gli ultras biancoblù che suggellano con una coreografia l’amicizia ventennale con i supporter triestini, i tigrotti di Javorcic – con Ghioldi riconfermato titolare dopo la bella prova infrasettimanale di Chiavari – provano a prevalere con manovra e fraseggio (60% di possesso palla), ma nè la coraggiosa conclusione al volo di Gucci, nè la mezza rovesciata smorzata di Santana inquadrano lo specchio della porta dei grigi (in rosso).
All’intervallo a reti inviolate, con il giocatore ospite Checchin portato all’Ospedale di Busto per accertamenti dopo un colpo subito in avvio, la Pro – dopo aver rischiato la beffa sul colpo di testa del neo entrato Sbampato – ritorna a macinare gioco, sfiorando la rete due volte con Gucci, entrambe le volte imbeccato da Santana, la cui girata bassa al 63′ fa gridare al gol, negato da Pop.

I bustocchi ci provano fino alla fine, ma l’Alessandria, seguita a Busto da un centinaio di tifosi, difende a denti stretti lo 0-0.

Ci abbiamo provato fino alla fine – il commento in sala stampa di Javorcic – dimostrando di essere una squadra matura, con una propria identità. Stiamo lavorando in una certa maniera, in una determinata direzione: e per me va bene così. Abbiamo avuto potenzialmente tante situazioni per segnare, ma sono dettagli su cui lavoreremo. Con l’Alessandria era importante dare un nuovo segnale di continuità: e nove risultati utili, nelle ultime dieci partite, con meno di un gol incassato a gara, sono numeri importanti, da playoff“.

PRIMO TEMPO
Giornata freddissima allo “Speroni”, dove all’esterno dello stadio l’ingente spiegamento di forze dell’ordine ha evitato che le due tifoserie (un centinaio scarso gli ultras piemontesi) entrassero in contatto. Nell’undici tigrotto di partenza, mister Javorcic rimescola un po’ le carte, riconfermando fra gli altri Tornaghi, Boffelli e il 99′ Ghioldi, ma ripresentando in attacco Santana, in coppia con Gucci.

00′ – Calcio d’inizio con coreografia nella curva bustocca: “da vent’anni, fieri della nostra amicizia
Amicizia suggellata (vedasi foto sopra) dagli stendardi di Pro Patri e Triestina

01′ – Pro in biancoblù, Alessandria in rosso

05′ – Attimi di paura per Checchin che, dopo un colpo alle parti basse, barcolla e cade a terra
il giocatore, soccorso e portato a bordo campo, rientrerà poco dopo

10′ – Il portiere Pop sbroglia un retropassaggio non semplice
Allo Speroni gara finora molto contratta

15′ – Nelle gare delle 14.30 vincono Arzachena, Pro Vercelli, Novara, Siena e Piacenza
In classifica la Pistoiese chiude il gruppo a quota 11

20′ – Grande azione della Pro, con Santana che crossa per Gucci
la coraggiosa girata al volo di sinistro di Niccolò non trova lo specchio

22′ – Pro vicina al vantaggio con Santana, la cui semirovesciata smorzata termina di poco alta
Pregevole lo spunto in fascia di Galli in fascia

25′ – Mora ci prova da fuori: Pop blocca in due tempi

31′ – In contropiede Talamo ci prova in diagonale: fuori di poco

32′ – Schema su punizione: sulla sponda di Gucci, Zaro prova il tap-in
l’arbitro ferma tutto, forse per un offisde, forse per un gioco pericoloso

34′ – Primo giallo del match

35′ – Striscione nella curva biancoblù: “la tua fede non morirà mai, riposa in pace Federico

37′ – Stop di petto e tiro improvviso dalla lunga distanza: Santana prova l’eurogol

47′ – Dopo 2′ di recupero, squadre negli spogliatoi per un the caldo: lo 0-0 dell’intervallo sta un po’ stretto alla Pro Patria, sicuramente più propositiva dei grigi, ma poco pericolosa sotto porta.

SECONDO TEMPO
Stessi undici per Javorcic; D’Agostino invece sostituisce Checchin (portato in Ospedale per accertamenti) per Sbampato. Sempre più freddo allo “Speroni”

00′ – Ripartiti

02′ – Il neo entrato Sbampato (pur appoggiandosi su Fietta) sfiora il gol di testa

04′ – Sullo sfondamento di Gucci, braccio galeotto di un difensore alessandrino

06′ – Sulla punizione-cross di San tana, Gucci va di testa: forte ma a lato

10′ – Bella sponda di Gucci per Mora che non trova l’inserimento

11′ – Palla superba di Santana: Gucci non ci arriva d’un niente
L’attaccante della Pro ingannato/disturbato anche da un difensore grigio

16′ – Altro numero di Santana, con cross: l’incornata di Gucci viene parata da Pop

18′ – Galli che assiste Santana, sulla cui girata Pop si supera
Azione spettacolo della Pro

20′ – Ancora Pro, ancora Santana, ancora Gucci: contatto dubbio in area

27′ – Due cambi per Javorcic: Gucci per Mastroianni e Ghioldi per Pedone

30′ – Settimo angolo per la Pro: un dato che testimonia la supremazia bustocca

31′ – L’addetto stampa Ramella comunica i dati della domenica: spettatori 846, incasso 6614 euro

33′ – Secondo doppio cambio per Javorcic: è il momento di Le Noci (per Santana) e Sanè (per Gazo)

36′ – Su una posizione dubbia di partenza, Santini si invola in area, venendo fermato in area da Zaro
i grigi reclamano il rigore, l’arbitro, nei pressi, lascia proseguire

42′ – Con la Pro sbilanciata a cercare il gol vittoria, Zaro sbroglia un pericoloso contropiede

46′ – le Noci ci prova direttamente su angolo: Pop smanaccia

48′ – Dopo 3′ di recupero, ecco il triplice fischio finale: allo “Speroni” è 0-0. Applausi comunque per la Pro che, fino all’ultimo, ha provato col gioco a vincere, senza però trovare il colpo del ko, sfiorato da Santana. Per i tigrotti di Javorcic è il sesto risultato utile consecutivo

IL TABELLINO
Pro Patria-Alessandria: 0-0
PRO PATRIA 1919 (3-5-2): 1 Tornaghi; 4 Battistini, 19 Zaro, 15 Boffelli; 20 Mora, 13 Gazo (34′ s.t. 25 Sane), 16 Fietta, 23 Ghioldi (28′ s.t. 24 Pedone), 3 Galli; 11 Santana (34′ s.t. 10 Le Noci), 9 Gucci (28′ s.t. 17 Mastroianni). A disposizione: 12 Mangano, 2 Marcone, 5 Molnar, 14 Bertoni, 18 Lombardoni, 22 Angelina. All. Javorcic.
ALESSANDRIA 1912 (3-5-2): 1 Pop; 6 Delvino, 24 Gazzi, 3 Agostinoni; 11 Sartore, 26 Tentoni (34′ s.t. 13 Gerace), 20 Checchin (1′ s.t. 14 Sbampato), 8 Gatto, 19 Badan; 25 Talamo (42′ s.t. 30 Rocco), 7 Santini. A disposizione: 22 Cucchietti, 4 Sessa, 5 Zokgos, 9 De Luca, 15 Gjura, 16 Fissore, 21 Bellazzini, 27 Cottarelli, 31 Maggi. All. D’Agostino
ARBITRO: Francesco Cosso della Sezione di Reggio Calabria (Thomas Miniutti della Sezione di Maniago e Alessandro Colinucci della Sezione di Cesena).
NOTE – Giornata gelida, terreno in buone condizioni. Spettatori 1000 ca. Angoli: 9-0. Recupero: 2′ p.t. – 3′ s.t. Ammoniti: Zaro, Battistini (PP).

RISULTATI
Domenica 16 dicembre
ore 14.30: Arezzo-Virtus Entella: 2-2, Arzachena-Pro Piacenza: 3-0, Carrarese-Robur Siena: 1-2, Novara-Olbia: 4-0, Piacenza-Lucchese: 1-0, Pro Vercelli-Pistoiese: 1-0.
ore 16.30: Juventus U23-Gozzano: 0-0, Pro Patria-Alessandria: 0-0.
ore 18.30: Albissola-Cuneo: 2-0, Pontedera-Pisa: 0-2.

LA CLASSIFICA
33 Piacenza; 31 Carrarese; 29 Pro Vercelli; 28 Pisa; 27 Arezzo; 26 Pontedera; 25 Siena; 23 Virtus Entella; 21 Novara, Pro Patria; 19 Cuneo*; 18 Gozzano, Juventus Under 23; 16 Alessandria; 15 Pro Piacenza, Olbia, Albissola; 14 Arzachena; 12 Lucchese*; 11 Pistoiese.
(*penalizzazioni: Lucchese -8, Cuneo -3, Arzachena -1 e Pro Piacenza -1)

I PROSSIMI TURNI DEI TIGROTTI
Domenica 23 dicembre: Pisa-Pro Patria (ore 14.30)
Mercoledì 26 dicembre: Pro Patria-Cuneo (ore 14.30)
Domenica 30 dicembre: Pistoiese-Pro Patria (ore 14.30)

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA