SERIE C - Undicesima giornata
Pro Patria-Arzachena: 1-0. Tigrotti di rigore: decide Le Noci

La Pro onora la memoria di Andrea Cecotti centrando la seconda vittoria interna consecutiva: l'1-0 allo "Speroni" contro l'Arzachena Costa Smeralda porta la firma su rigore di Le Noci

GIOGARA

Mattia Brazzelli Lualdi

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Nella domenica della Maratonina di Busto, con oltre 2000 partecipanti, la Pro Patria onora la memoria di Andrea Cecotti centrando la seconda vittoria interna consecutiva: l’1-0 allo “Speroni” contro l’Arzachena Costa Smeralda porta la firma su rigore di Le Noci a metà ripresa. Nel primo tempo, combattuto ma con pochi tiri in porta, i tigrotti di Javorcic – privi fra gli altri dello squalificato Mastroianni e dell’acciaccato Santana – si vedono negare al quarto d’ora un rigore solare (con Gucci steso platealmente dal portiere Pini) dal fischetto fiorentino Ricci che, dieci minuti più tardi, grazia il già ammonito Busatto del secondo sacrosanto giallo (fallo su Le Noci), lasciando così i sardi in parità numerica, anziché in inferiorità.
All’intervallo a reti inviolate, nonostante un insidioso colpo di testa nel finale di Galli, nella ripresa l’esterno mancino della Pro ci prova ancora in diagonale; a furia di insistere i bustocchi trovano il meritato gol: al 73′ Gucci, dopo un pregevole aggancio in corsa, punta Moi e si guadagna il rigore che Le Noci trasforma con freddezza dal dischetto.
E’ il gol che decide la partita (“siamo stati bravi ad avere pazienza – dirà il match winner, in grado anche di scheggiare l’incrocio direttamente su angolo –  aspettando il momento giusto per colpire e raccogliere la mole di gioco costruita“), consegnando altri tre punti d’oro in classifica alla Pro Patria, ora a quota 13.

Sono particolarmente contento – il commento in sala stampa di mister Javorcic –  perché stiamo migliorando: sette punti in questo mini campionato, che è il nostro campionato, vanno sottolineati. Come va sottolineato che abbiamo vinto senza disporre di ben cinque giocatori: il che rende ancora più merito ai ragazzi scesi in campo, dimostratisi perfetti nella gestione della partita, nonostante il rigore non concesso“.

PRIMO TEMPO
In una domenica uggiosa, ventosa e freddina, mister Javorcic – privo dello squalificato Mastroianni – deve rinunciare anche all’acciaccato Santana: in attacco spazio quindi alla coppia Gucci-Le Noci; a centrocampo conferme per Gazo e Disabato (Colombo e Pedone vanno in panchina con Zaro). Polemiche in tribuna stampa, dove viene consentita solo la distribuzione del magazine societario (a cura della redazione de La Prealpina) e non dello storico Tigrottino. Prima del fischio d’inizio Riccardo Colombo depone un mazzo di fiori sotto lo striscione in memoria di Andrea Cecotti, scomparso 31 anni fa

00′ – Calcio d’inizio con qualche minuto di ritardo per una falla nella rete
00′ – Pro con la gloriosa maglia biancoblù; Arzachena in giallo da trasferta
00′ – Nella curva bustocca uno striscione: “Ciao Walter

02′ – Trillo di testa: palla non lontano dal sette. Brividi

04′ – Primo squillo di Gucci: il suo sinistro viene deviato in corner

06′ – Sull’angolo a rientrare di Le Noci, Pini respinge con affanno

15′ – Incredibile rigore non concesso alla Pro, con Gucci steso dal portiere
15′ – Pensavamo di averne già viste tutte, ma questa ci mancava…

17′ – Le Noci su punizione: di poco alto

24′ – Busatto già ammonito, viene graziato del secondo giallo
24′ – La Pro sarebbe rimasta con un uomo in più per un’ora

33′ – Mangano in due tempi sul tiro da fuori di Casini

36′ – Su una corta respinta, il tiro di Disabato viene deviato in corner

37′ – Mora non prova la battuta al volo

41′ – Sul colpo di testa schiacciato di Galli, Pini ci mette la manona

45′ – Squadre negli spogliatoi per un thè caldo: all’intervallo lo 0-0, figlio anche di un clamoroso rigore non concesso su Gucci e di una mancata espulsione, non premia la leggera supremazia territoriale dei tigrotti, vicini al vantaggio nel finale con un insidioso colpo di testa di Galli, deviato in corner dal portiere sardo Pini.

SECONDO TEMPO
Javorcic e Giorico ripartono dagli stessi undici dei primi 45′. Intanto allo “Speroni” la pioggia sembra aumentare di intensità 

01′ – Gucci di testa: Pini dice ancora di no

06′ – Diagonale mancino di Galli: Pini devia in angolo

15′ – L’addetto stampa Ramella ci porta i dati spettatori (774) e incasso (6039 euro)

23′ – Primo cambio per la Pro: dentro Pedone per Disabato

24′ – Pedone viene subito battezzato con un giallo per proteste

27′ – Gucci stoppa da campione e con mestiere si guadagna il fallo di Moi: è rigore

28′ GOL PRO PATRIA – Dal dischetto Le Noci non sbaglia: 1-0
28′ – Conclusione di destro, con palla sotto la traversa

34′ – Sull’assist di Galli, Gucci va a colpo sicuro: miracolo di Pini

35′- Sull’angolo a rientrare, Le Noci scheggia l’incrocio

40′ – Fuori Le Noci (applausi) dentro Boffelli

42′ – Mister Giorico viene allontanato dall’arbitro per protese
42′ – Nel prendere la via degli spogliatoi, battibecco coi tifosi

48′ – Dopo 3′ di recupero, ecco il triplice fischio finale: la Pro Patria centra la seconda vittoria consecutiva per 1-0. A decidere il match è il rigore procurato da Gucci e trasformato da Le Noci. Per i tigrotti di Javorcic altre tre punti d’oro in classifica contro una diretta concorrente per la corsa alla salvezza.

IL TABELLINO
Pro Patria-Arzachena: 1-0 (0-0)
Marcatore: Le Noci su rigore al 28’st
PRO PATRIA 1919 (3-5-2): 12 Mangano; 5 Molnar, 4 Battistini, 18 Lombardoni; 20 Mora, 13 Gazo, 14 Bertoni, 8 Di Sabato (23′ s.t. 24 Pedone), 3 Galli; 10 Le Noci (38′ s.t. 15 Boffelli), 9 Gucci. A disposizione: 1 Tornaghi, 2 Marcone, 6 Molinari, 7 Pllumbaj, 19 Zaro, 21 Colombo, 23 Ghioldi. All. Javorcic.
ARZACHENA COSTA SMERALDA (3-5-2): 22 Pini; 28 Busatto (10′ s.t. 13 Benedini), 5 Moi, 29 Baldan; 23 Pandolfi (32′ s.t. 9 Bruni), 27 Manca (10′ s.t. 21 Taufer), 3 La Rosa, 14 Casini, 25 Trillò; 11 Sanna, 10 Gatto (10′ s.t. 18 Ruzzittu). A disposizione: 1 Ruzzittum 12 Carta, 6 Corinti, 15 Casula, 17 Onofri, 19 Porcheddu. All. Giorico.
ARBITRO: Marco Ricci della Sezione di Firenze (Carmelo De Pasquale della Sezione di Barcellona Pozzo di Gotto e Roberto Fraggetta della Sezione di Catania).
NOTE – Giornata piovosa, terreno scivoloso. Spettatori 800ca. Ammoniti: Busatto, Benedini (ARZ); Pedone (PP). Calci d’angolo: 8-1. Minuti di recupero: pt 0′, st 3′

I RISULTATI
Domenica 11 novembre
ore 14.30: Pro Patria-Arzachena: 1-0, Cuneo-Pistoiese: 0-0, Olbia-Gozzano: 1-4.
ore 16.30: Albissola-Juventus U23: 1-0, Alessandria-Carrarese: 2-3, Lucchese-Pisa: 0.1, Novara-Arezzo: 2-2, Robur Siena-Pro Vercelli: 0-2.
ore 20.30: Piacenza-Pro Piacenza: 3-1
Lunedì 12 novembre
Pontedera-Entella: 1-2

LA CLASSIFICA
22 Piacenza; 20 Arezzo, Carrarese; 17 Pisa; 14 Pro Vercelli; 13 PRO PATRIA; 12 Alessandria, Virtus Entella; 11 Juventus U23, Olbia, Gozzano, Albissola, Cuneo*; 10 Pontedera; 9 Novara, Pro Piacenza*; 8 Arzachena*, Robur Siena; 7 Pistoiese; 5 Lucchese*.
(*penalizzazioni: Lucchese -11, Cuneo -3, Arzachena -1 e Pro Piacenza -1)

I PROSSIMI TURNI DEI TIGROTTI
Domenica 18 novembre: Pro Piacenza-Pro Patria (ore 16.30)
Mercoledì 21 novembre: Pro Patria-Siena (ore 18.30)
Domenica 25 novembre: Pro Patria-Lucchese (ore 16.30)

Fotoservizio Pro Patria-Arzachena a cura di Giovanni Garavaglia

Copyright @2018