BIS TIGROTTO: DIFENSORE E ATTACCANTE
Pro Patria, colpaccio Lombardoni. In biancoblù anche Pllumbaj

La Pro Patria mette a segno un autentico colpo di mercato, assicurandosi una delle promesse del calcio italiano: il 20enne difensore della Primavera dell'Inter Manuel Lombardoni. In biancoblù approda anche l'attaccante albanese Ersid Pllumbaj

Mattia Brazzelli Lualdi

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Dalla maturità di Giovanni Fietta, ufficializzato in biancoblù martedì pomeriggio, alla gioventù di Manuel Lombardoni, una delle promesse della new generation del calcio italiano, pronto a vestire la gloriosa casacca bustocca del centenario.
Nel giro di nemmeno 24 ore, la Pro Patria mette a segno un micidiale uno/due sul mercato, accaparrandosi l’esperienza di un centrocampista navigato (un’autentica garanzia per la categoria) e la freschezza di un difensore centrale di belle speranze (fra i più interessanti del settore giovanile nerazzurro) e dalla spiccata personalità.
Un colpo di mercato (formula del prestito) da leggersi come un indice di credibilità, affidabilità e rispetto: valori che la Pro Patria della presidentessa Patrizia Testa, del diesse Sandro Turotti e del tecnico Ivan Javorcic ha saputo guadagnare sul campo e dietro le scrivanie, riconquistando un ruolo e un credito nel panorama calcistico nazionale.
E poiché le buone notizie non vengano mai da sole, la società – in attesa di mettere sotto contratto due nuove pedine (portiere ed un centrocampista), oltre alla punta “titolare” (colpo da perfezionare dopo le sentenze della Covisoc…) – ha definito anche l’ingaggio dell’attaccante albanese Ersid Pllumbaj (classe 1989), nella passata stagione alla Virtus Bergamo dopo aver vestito la casacca della Bustese (coi cui colori si era messo in mostra proprio contro la Pro in un’amara Coppa Italia).

LA SCHEDA DI LOMBARDONI
Nato a Bergamo il 19 dicembre del 1998, Lombardoni, cresciuto a Villa di Serio, si forma calcisticamente nella Virtus Bergamo, dove nel 2015 conquista da capitano lo scudetto Allievi Dilettanti. Il tricolore diventa un trampolino di lancio per Manuel che, l’anno successivo, viene acquistato dall’Inter, dove – oltre a vincere il campionato Primavera con Vecchi (sempre con la fascia al braccio) – si guadagna anche due chance in  prima squadra, venendo convocato da Spalletti per la gara in Tim Cup contro il Pordenone e per quella di campionato contro il Genoa.

MOVIMENTI UFFICIALI DI MERCATO 
Conferme: Mario Alberto Santana (Arg. 1981), Giuseppe Le Noci (1982), Donato Disabato (1990), Alex Pedone (1994), Leonardo Galli (1997),  Riccardo Colombo (1982),  Ivo Molnar (Cro. 1994), Niccolò Gucci (1990), Filippo Ghioldi (1999), Giovanni Zaro (1994), Alessio Marcone (1998), Francesco Gazo (1992), Giulio Mangano (1999).
In entrata: Matteo Battistini (1994) dal Pro Piacenza, Luca Bertoni (1992) dal Sud Tirol, Christian Mora (1997) dal Piacenza via Atalanta, Andrea Boffelli (1997) dal Mestre via Atalanta, Giovanni Fietta (1984) dal Renate, Manuel Lombardoni (1998) dall’Inter, Ersid Pllumbaj (1989) dalla Virtus Bergamo.
In uscita: Ilario Guadagnin (1999) al Lecco via Bassano, Giulio Mangano (1999) all’Inter, Niccolò Cottarelli (1998) all’Alessandria, Jacopo Mozzanica (1996) all’Adrense, Giacomo Pettarin (1988) al Modena
Trattative in: Ansouama Sanè (difensore 1996 Viterbo/Chievo).
Trattative out: Elia Bortoluz (attaccante 1997) piace al Crema.

L’ATTUALE ROSA DELLA PRO 2018/19
Portieri: Giulio Mangano (1999).
Difensori: Riccardo Colombo (1982), Ivo Molnar (Cro. 1994), Matteo Battistini (1994), Giovanni Zaro (1994), Alessio Marcone (1998), Christian Mora (1997), Andrea Boffelli (1997), Manuel Lombardoni (1998).
Centrocampisti: Donato Disabato (1990), Leonardo Galli (1997), Alex Pedone (1994), Luca Bertoni (1992), Francesco Gazo (1992), Giovanni Fietta (1984).
Attaccanti: Mario Alberto Santana (Arg. 1981), Giuseppe Le Noci (1982), Niccolò Gucci (1990), Filippo Ghioldi (1999), Ersid Pllumbaj (1989).

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA