Coppa Italia Serie C- A Busto finisce in parità
Pro Patria-Gozzano: 2-2. Santana e Mastroianni pareggiano i conti

Nella gara d'andata di Coppa Italia, i tigrotti di Javorcic - due volte in svantaggio - rispondono ai cusiani prima con Santana, poi con Mastroianni

GIOGARA
12/08/18 Pro Patria- Gozzano

Mattia Brazzelli Lualdi

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Nella prima gara ufficiale della stagione, la scudettata Pro Patria – finalmente in campo con la gloriosa maglia biancoblù scudettata (da rivedere invece i numeri color oro…) – dà vita ad un combattuto ma non certo esaltante 2-2 con il Gozzano, rispondendo per due volte (con Santana nel primo tempo e con l’ultimo arrivato Mastroianni nella ripresa) al vantaggio dei piemontesi di mister Soda.

Con il manto erboso dello “Speroni” ridotto in pessime condizioni a causa dell’invasione di lombrichi, capitan Santana (da segnalare il gagliardetto in memoria di Davide Astori) e compagni vanno sotto alla prima controffensiva ospite: al 9′ Mangano stende in area Rolfini che dal dischetto non perdona. Pur tenendo il possesso del pallone, la Pro – salvata da Bertoni sulla linea di porta sul colpo di testa di Bini – per pareggiare deve attendere il 29′, quando Santana trasforma il penalty procurato con mestiere da Le Noci. La difesa tigrotta soffre sulle palle alte dei piemontesi che al 40′ raddoppiano con Messias, lesto a ribattere in rete la corta e goffa respinta di Mangano.
All’intervallo sotto di un gol, i bustocchi di Javorcic rischiano di capitolare in avvio di ripresa, quando la conclusione di Rolando si stampa sull’incrocio dei pali. Con il Gozzano che sembra poter gestire il risultato, a togliere le castagne dal fuoco ci pensa il neo entrato Mastroianni che all’80’ aggancia una palla in area e con un rasoterra a giro di destro sigla il 2-2 finale, nonostante Pedone proprio in Zona Cesarini abbia la palla del possibile sorpasso.
C’è ancora tanto da migliorare – il commento a caldo del tecnico croato dei biancoblù – ma siamo fiduciosi nel nostro lavoro”

La qualificazione al turno successivo di Coppa Italia di serie C si deciderà fra 14 giorni (il 26 agosto) allo stadio “Piola” di Vercelli, causa l’indisponibilità dell’impianto “D’Albertas” di Gozzano, oggetto di lavori d’adeguamento: in palio l’accesso ai sedicesimi di finale della competizione.

PRIMO TEMPO
In uno “Speroni” a macchie (sul terreno di gioco a causa dell’invasione di lombrichi, sugli spalti per le lunghe code ai botteghini dovute ai biglietti nominali), la Pro – priva dell’infortunato Sanè e dell’acciaccato Battistini – fa esordire in biancoblù Lombardoni (il febbricitante Zaro si siede in panchina con l’ultimo arrivato Mastroianni) e Boffelli in difesa, Mora e Bertoni a centrocampo; in attacco si riparte da Le Noci e capitan Santana, con tanto di gagliardetto in ricordo di Davide Astori, capitano per sempre.
00′ – Calcio d’inizio, dopo alcuni secondi di ritardo per una falla nelle rete degli ospiti
01′ – Pro finalmente in campo con la gloriosa maglia biancoblù, Gozzano in rossoblù
02′ – Discreta cornice di pubblico, in considerazione del periodo quasi ferragostano
03′ – I tifosi piemontesi, in tribuna laterale con tanto di bandierine, si fanno sentire
05′ – Rigore per il Gozzano: fallo di Mangano su Rolfini, scattato sul filo del fuorigioco fra le linee
06′ GOL GOZZANO – Dal dischetto Rolfini calcia centrale sotto la traversa: 0-1
09′ – Bini di testa va vicino al raddoppio: Bertoni salva sulla linea di porta
15′ – In tribuna presenti diversi addetti ai lavori: fra questi Prina e Stellini
28′ – Le Noci, trattenuto da Emiliano appena dentro l’area, si procura il rigore
29′ GOL PRO PATRIA – Dal dischetto Santana di destro spiazza Casadei: è 1-1
31′ – Bertoni è il primo ammonito tigrotto della stagione
36′ GOL GOZZANO – Su angolo, Messias da due passi non perdona la corta respinta di Mangano: 1-2
36′ – Nell’occasione Mangano goffo nell’intervento, ma anche la difesa tigrotta non è esente da colpe
46′ – Dopo 1′ di recupero, squadre negli spogliatoi: all’intervallo la Pro paga due incertezze difensive

SECONDO TEMPO
Stessi undici del primo tempo per Javorcic e Soda
00′ Ripartiti
03′ – Su ripartenza del Gozzano, Mangano sventa la conclusione da fuori di Rolando
04′ – Ancora un bel intervento di Mangano: Pro in affanno
06 – Gozzano ad un passo dal tris: clamoroso incrocio dei pali di Rolando
16′ – Segnali di Pro: semirovesciata di Disabato
17′ – Le Noci ci prova direttamente dalla bandierina: Casadei si salva
18′ – Doppio cambio per Javorcic: dentro Mastroianni e Pedone
28′ – Schema su punizione: Santana manca l’aggancio decisivo
30′ – Ancora un doppio cambio per Javorcic: dentro Gucci e  Colombo
32′ – Diagonale incrociato di Gucci: fuori
35′ GOL PRO PATRIAMastroianni aggancia una palla in area e con un tiro a giro di destro fa 2-2
38′ – Pedone da fuori: palla di poco alta
42′ – Pedone ha la palla del sorpasso, ma il suo piattone termina a lato
49′ – Dopo 4′ di recupero, ecco il triplice fischio finale: pari e patta fra Pro Patria e Gozzano, con i tigrotti – due volte in svantaggio – capaci di rispondere ai piemontesi. la qualificazione si decidere fra 14 giorni al “Piola” Vercelli

IL TABELLINO
Pro Patria-Gozzano: 2-2 (1-2)
Marcatori: Rolfini (G) su rigore al 6’pt, Santana (P) al 29’st, Messias (G) al 36’pt, Mastroianni (P) al 35’st
PRO PATRIA: Mangano; Galli, Molnar, Disabato (dal 18’st Pedone), Le Noci (dal 18’st Mastroianni), Santana (dal 30’st Gucci), Gazo (dal 30’st Colombo), Bertoni, Boffelli, Lombardoni, Mora. A disposizione: Tornaghi, Marcone, Pllumbaj, Fietta, Zaro, Angelina, Ghioldi. Allenatore: Ivan Javorcic
GOZZANO: Casadei, Guitto (dal 25’st Grossi), Emiliano, Messias (dal 25’st Romeo), Rolando, Tordini, Bini, Evan’s, Rolfini (dal 35’st Tumminelli), Secondo (dal 35′ Testardi), Petris. A disposizione: Bertinotti, Manè, Gigli, Lunardon, Salvestroni, Gemelli, Gilli. Allenatore: Antonio Soda 
ARBITRO: Giuseppe Repace di Perugia (Caviano, Pascale)
NOTE – Giornata calda, terreno in cattive condizioni. Spettatori: 600 ca. Ammoniti: Emiliano, Bertoni, Mora, Lombardoni. Calcio d’angolo: 6-4. Minuti di recupero: pt 1′, st 4′

LE PAGELLE (di Emanuele Reguzzoni)
PRO PATRIA (3-5-2): Mangano 5.5; Molnar 6, Lombardoni 5.5, Boffelli; Mora 5.5, Gazo 5.5, Bertoni 6, Disabato 5.5, Galli 5.5; Le Noci 6, Santana 6. Mastroianni 6.5, Pedone 6.5, Gucci sv, Colombo sv. Allenatore: Ivan Javorcic 6.

LA ROSA DELLA PRO 2018/19
Portieri: Giulio Mangano (1999), Paolo Tornaghi (1988), Matteo Angelina (2001).
Difensori: Ivo Molnar (Cro. 1994), Matteo Battistini (1994), Giovanni Zaro (1994), Alessio Marcone (1998), Christian Mora (1997), Andrea Boffelli (1997), Manuel Lombardoni (1998), Ansouama Sanè (Sen. 1996), Stefano Molinari (2000 sett giov).
Centrocampisti: Riccardo Colombo (1982), Donato Disabato (1990), Leonardo Galli (1997), Alex Pedone (1994), Filippo Ghioldi (1999), Luca Bertoni (1992), Francesco Gazo (1992), Giovanni Fietta (1984).
Attaccanti: Mario Alberto Santana (Arg. 1981), Giuseppe Le Noci (1982), Niccolò Gucci (1990), Ersid Pllumbaj (Alb. 1989), Stefano Banfi (2000 sett giov), Ferdinando Mastroianni (1992).

IL RIEPILOGO DEL MERCATO
CONFERME: Mario Alberto Santana (Arg. 1981), Giuseppe Le Noci (1982), Donato Disabato (1990), Alex Pedone (1994), Leonardo Galli (1997), Riccardo Colombo(1982), Ivo Molnar (Cro. 1994), Niccolò Gucci (1990), Filippo Ghioldi (1999), Giovanni Zaro (1994), Alessio Marcone (1998), Francesco Gazo (1992), Giulio Mangano (1999).

IN ENTRATA: Matteo Battistini (difensore 1994) dal Pro Piacenza, Luca Bertoni (centrocampista 1992) dal Sud Tirol, Christian Mora (difensore 1997) dal Piacenza via Atalanta, Andrea Boffelli (difensore 1997) dal Mestre via Atalanta, Giovanni Fietta (centrocampista 1984) dal Renate, Manuel Lombardoni (difensore 1998) dall’Inter, Ersid Pllumbaj (attaccante 1989) dalla Virtus Bergamo, Ansouama Sanè (difensore 1996) dalla Viterbese via Chievo, Matteo Angelina (portiere 2001) dal Novara, Paolo Tornaghi (portiere 1988) dal Vancouver, Ferdinando Mastroianni (attaccante 1992) dal Pro Piacenza, via Carpi.

Si ringrazia per la collaborazione l’inviato Emanuele Reguzzoni

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA