Presentate prima squadra e giovanili
Pro Patria, l’affetto del popolo biancoblù. Una spinta per tornare tra i prof / Le foto

La Pro Patria si presenta a città e tifosi: una grande adunata biancoblù, dalla scuola calcio alla prima squadra, che è servita per serrare le fila in vista di una stagione dove l’imperativo è quello di tornare nel calcio professionistico

GIOGARA

Mattia Brazzelli Lualdi

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Fra il primo dispiacere stagionale in Coppa Italia (la sconfitta ai rigori col Como) e l’ultimo test in vista del debutto in campionato (l’amichevole con l’Inter Primavera), la Pro Patria martedì sera ha trovato il tempo per salutare i tifosi accorsi allo stadio “Carlo Speroni” per la presentazione ufficiale della prima squadra, della scuola calcio e del settore giovanile.

Una grande adunata biancoblù, presieduta dalla presidentessa Patrizia Testa alla presenza, fra gli altri, dello sponsor Unet Energia Giuseppe Pirola (con le farfalle Federica Stufi e Vittoria Piani), del Primo Cittadino Emanuele Antonelli, dell’Assessore allo Sport Stefano Ferrario, dell’ex Sindaco Gigi Farioli, del presidente di Assb Massimo Tosi e del consigliere biancoblù, anchorman della serata, Alberto Armiraglio. Una presentazione ufficiale al “popolo tigrotto” che è servita per serrare le fila, in vista di una stagione nella quale, per raggiungere certi ambiziosi obiettivi, occorrerà davvero il contributo ed il sostegno di tutti.

Nel corso della serata, immortalata negli scatti di Giovanni Garavaglia, fra tigrotti del passato, del presente e del futuro, a ricevere gli incoraggiamenti maggiori sono stati i giocatori della prima squadra, chiamati in questa stagione a riportare la Pro Patria nel calcio professionistico, là “dove merita”.

Copyright @2017

LEGGI ANCHE