PRIMO STEP DELLA RACCOLTA FONDI
Pro Patria Museum: la storia biancoblù è al sicuro

L'iniziativa "100 figurine per entrare nella storia" ha già portato i primi tangibili risultati: dalla prima gara ufficiale della stagione il Pro Patria Museum sarà allarmato

Mattia Brazzelli Lualdi

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Lanciata da un gruppo di amici (Cristian, Luca, Andrea, Matteo e Mattia), l’iniziativa “100 figurine per entrare nella storia“, che saputo coinvolgere trasversalmente l’intera città, ha già portato i primi tangibili risultati: dalla prima gara ufficiale della stagione il Pro Patria Museum, la casa ideale di tutti i tifosi biancoblù dove vengono custoditi i cimeli della gloriosa storia tigrotta, sarà dotato di un impianto allarme.
Un primo grande risultato, ottenuto grazie alla generosità dei tifosi biancoblù

IL COMUNICATO
È stata un’autentica corsa contro il tempo – si legge nel comunicato pubblicato sulla pagina facebook del PPM –  ma in occasione della prima partita ufficiale della Pro Patria nella stagione 2019/2020 siamo orgogliosi di annunciare che il Pro Patria Museum potrà finalmente contare su un moderno impianto d’allarme, per mettere ancor più al sicuro i cimeli della gloriosa storia tigrotta e soprattutto per favorire la raccolta di nuovo materiale da collezionare e custodire.
L’installazione dell’antifurto è il primissimo concreto step dell’iniziativa “100 figurine per entrare nella storia”: la raccolta fondi ideata per abbellire ancor di più il Pro Patria Museum proprio nell’anno del centenario della nostra Pro Patria, presieduta da una bustocca dal cuore grande come Patrizia Testa.
Ma in quanto a cuore grande, il nostro grazie va a tutti voi donatori che, rispondendo con partecipazione al nostro segnale… d’allarme, avete reso possibile tutto ciò (e quanto seguirà)
100 volte grazie!!

 

Copyright @2019