SERIE C - Ottava giornata
Pro Patria-Piacenza: 1-4. I tigrotti si inchinano alla capolista

La qualità della capolista Piacenza (Della Latta, doppietta di Pesenti e poker di Fedato) è troppo per una Pro Patria (gol di Disabato) che paga a caro prezzo gli errori difensivi

GIOGARA

Mattia Brazzelli Lualdi

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Contro la capolista Piacenza, la Pro Patria paga ancora lo scotto della categoria, incappando nella quinta sconfitta in campionato, nonostante un apprezzabile tempo. L’1-4 finale (gol di Della Latta, doppietta di Pesenti, rete di Disabato e poker di Fedato) esalta i meriti e le qualità degli ospiti, non a caso in vetta alla classifica, ma al tempo stesso fa emergere i limiti d’esperienza di una Pro Patria generosa, ma ancora acerba, fattasi infilare in difesa con troppa facilità.

Nel primo tempo, con Tornaghi e Santana titolari rispetto all’undici corsaro a Novara, i tigrotti di Javorcic hanno al quarto d’ora l’occasione per sbloccare il risultato, ma Mastroianni – a tu per tu col portiere ospite – non inquadra di destro la porta. Gol sbagliato, gol subito: al 30′ Sestu fa un numero d’alta scuola in fascia, pennellando un cross morbido che Della Latta tramuta in rete di testa.
All’intervallo sullo 0-1, nonostante un colpo di testa a fil di incrocio di Mastroianni poco dopo il vantaggio piacentino e un insidiosissimo tiro-cross di Santana sul finire di frazione, nella ripresa i bustocchi si fanno subito prendere in castagna: al 49′ su una ripartenza di Nicco, il colpo sotto di Pesenti vale il raddoppio del Piacenza.
La Pro accusa il colpo, provando a reagire con generosità, ma al 69′ – su un’amnesia difensiva – Pesenti si invola ancora davanti a Tornaghi, firmando il tris. I tigrotti hanno un anelito d’orgoglio all’80’, quando, su uno spunto di Sanè, Disabato di piatto trova l’angolino basso, ma nel generoso forcing bustocco finale il Piacenza fa ancora male, calando addirittura il poker con Fedato.

“È stata dura – il commento nel post partita di mister Javorcic – abbiamo sofferto il giusto nel primo tempo, nel secondo invece siamo crollati e con un Piacenza così è stato impossibile rimontare. C’è comunque rammarico per non aver sfruttato diverse occasioni nei primi 45 minuti. Potevamo addirittura passare in vantaggio, ci siamo ritrovati sotto e nella ripresa abbiamo perso tutte le misure. Domenica con l’Albissola iniziamo un altro campionato. Abbiamo dimostrato di saper reggere contro le “grandi” del campionato; ora sarà fondamentale cambiare ulteriormente passo per mettere a referto altri, importanti, punti salvezza”.

PRIMO TEMPO
Giornata serena allo “Speroni”, dove i tifosi piacentini sono già presenti in buon numero. Nel 3-5-2 biancoblù, Javorcic lancia titolare fra i pali Tornaghi, riconfermando la formazione corsara a Novara, eccezion fatta per la staffetta in attacco fra Santana e Le Noci (in panchina)
00′ – Calcio d’inizio: Pro con la gloriosa maglia biancoblù
01′ – Piacenza con la divisa da trasferta nera
05′ – Buona cornice di pubblico: almeno 250 i piacentini
08′ – Sul cross dalla sinistra di Santana, Mastroianni schiaccia di testa: centrale
08′ – Notevole sia il numero in fascia dell’argentino, sia lo stacco in mezzo a due difensori dell’attacante
14′ – Su un’incomprensione difensiva piacentina, Mastroianni si invola in porta, ma fallisce il vantaggio
14′ –  Gol “mangiato” dalla punta campana, a tu per tu col portiere piacentino
19′ – Su una palla persa da Zaro, Pesenti di testa per poco non beffa Mangano
28′ – Sale d’intensità il vento
30′ GOL PIACENZA – Numero di Sestu (su Santana), sul cui cross Della Latta di testa sigla lo 0-1
30′ – Davvero pregevole lo spunto in fascia della stella sarda del Piacenza
32′ – Occasionissima Pro: sul cross di destro di Santana, Mastroianni di testa sfiora l’incrocio
33′ – Dalle tribune si alza il coro Pro Patria
43′ – Battistini prova il tiro da fuori: da dimenticare
42′ – Numero di Santana, sul cui tiro cross Fumagalli è decisivo a togliere la palla a Mastroianni
45′ – Squadre negli spogliatoi: lo 0-1 dell’intervallo, propiziato da un gran numero in fascia di Sestu, non rende merito alla prova della Pro Patria, vicina per due volte al pareggio, dopo aver avuto per prima la palla gol (mastroianni) per sbloccare il risultato.

SECONDO TEMPO
Stessi undici per Javorcic e Franzini
00 – Ripartiti
04′ GOL PIACENZA – Su una ripartenza, Pesenti – a tu per tu con Tornaghi – non sbaglia: 0-2
04′ – Break fatale subito a centrocampo dalla Pro, finalizzato da un splendido colpo sotto
06′ – Cross basso e teso in area: nessuno ci arriva
07′ – Due cambi per Javorcic: dentro Pedone (per Gazo) e Sanè (Galli)
11′ – Il primo giallo del match è per Mora
21′ – Altri due cambi per Javorcic: dentro Gucci (per Mastroianni) e Disabato (per Colombo)
24′ GOL PIACENZA – Pesenti si invola in solitudine davanti a Tornaghi, firmando il tris
24′ – Colpevole la difesa biancoblù, infilata con troppo facilità
35′ GOL PRO PATRIA  – Sullo spunto di Sanè sulla sinistra, Disabato di piattone sigla il 3-1
35′ Ottimo lo spunto del senegalese, il cui cross baso ha trovato puntuale Dido
36′ – Dentro Le Noci
42′ – Bertoni di destro cerca il gol della speranza, ma Fumagalli dice no
49′ GOL PIACENZA – Con la Pro in avanti, Fedarto fa ancora male in contropiede con fedato: 1-4
50′ – Dopo 5′ di recupero, ecco il triplice fischio finale: il risultato di 1-4 esalta i meriti del Piacenza capolista, facendo emergere i limiti d’esperienza di una Pro Patria generosa ma ancora acerba

IL TABELLINO
Pro Patria-Piacenza: 1-4 (0-1)
Marcatori: Della Latta (PI) al 30′ pt, Pesenti (PI) al 4’st e al 24’st, Disabato (PP) al 35’st, Fedato (PI) al 49’st
PRO PATRIA 1919 (3-5-2): 1 Tornaghi; 4 Battistini, 19 Zaro, 15 Boffelli; 20 Mora (36′ s.t. 10 Le Noci), 21 Colombo (21′ s.t. 8 Di Sabato), 14 Bertoni, 13 Gazo (7′ s.t. 24 Pedone), 3 Galli (7′ s.t. 24 Pedone); 17 Mastroianni (21′ s.t. 9 Gucci), 11 Santana. A disposizione: 12 Mangano, 2 Marcone, 5 Molnar, 6 Molinari, 7 Pllumbaj, 18 Lombardoni, 23 Ghioldi. All. Javorcic.
PIACENZA CALCIO 1919 (4-2-3-1): 1 Fumagalli; 20 Di Molfetta, 5 Bertoncini, 4 Pergreffi, 25 Barlocco (26′ s.t. 3 Cauz); 21 Marotta, 18 Della Latta (26′ s.t. 23 Spinozzi); 7 Sestu (38′ s.t. 19 Fedato), 8 Nicco, 10 Corradi; 9 Pesenti (38′ s.t. 28 Romero). A disposizione: 12 Verderio, 22 Calore, 6 Sylva, 15 Siviero. All. Franzini.
ARBITRO: Marco Monaldi di Macerata (Simone Amantea Sezione di Milano e Massimiliano Bonomo della Sezione di Milano).
NOTE – Giornata nuvolosa, terreno in discrete condizioni. Spettatori 1169. Ammoniti: Mora, Pedone, Santana (PP); Nicco, Fedato, Pesenti (PIA). Calci d’angolo: 3-4. Minuti di recupero: pt 0′, st 5′.

RISULTATI
Arzachena-Alessandria: 0-1; Arezzo-Albissola: 2-0,  Entella-Lucchese (sospesa), Juventus U23-Siena: 2-2, Pistoiese-Novara: 0-2, Pro Patria-Piacenza: 1-4, Pro Vercelli-Pontedera: 0-0, Pro Piacenza-Cuneo 0-1.
Lunedì 22 ottobre: Carrarese-Olbia: 3-4, Gozzano-Pisa: 0-2

LA CLASSIFICA
16 Piacenza; 14 Arezzo, Pisa; 13 Carrarese; 11 Pisa, Juventus U23; 10 Pro Piacenza, Lucchese, Pro Vercelli, Alessandria e Olbia; 9 Pontedera, Cuneo; 7 Novara; 6 Arzachena, PRO PATRIA; 5 Pistoiese, Robur Siena; 4 Gozzano; 3 Virtus Entella; 1 Albissola.

I PROSSIMI TURNI DEI TIGROTTI
Domenica 28 ottobre (ore 16.30): Albissola-Pro Patria (a Chiavari)
Domenica 4 novembre: Pro Patria-Pontedera (orario da definire)
Domenica 11 novembre: Pro Patria-Arzachena (orario da definire)

Foto Pro Patria Piacenza a cura di Giovanni Garavaglia

Copyright @2018