SERIE C - 37^ GIORNATA
Pro Patria-Pisa: 1-2. Il congedo allo “Speroni” sa di beffa

I toscani Masucci e Brindelli replicano al vantaggio di Bertoni, condannando i tigrotti - all'ultima gara interna della stagione - ad una sconfitta immeritata. Domenica prossima a Cuneo i bustocchi conosceranno l'avversaria playoff

Mattia Brazzelli Lualdi

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Si interrompe, proprio all’ultima gara casalinga di regular season, la striscia positiva interna della Pro Patria, ko a domicilio dopo 15 risultati utili consecutivi.

In uno “Speroni” affollato da oltre trecento tifosi toscani, con Colombo, Santana e Pedone premiati nel prepartita dalla presidentessa Testa per aver superato le 100 presenze in maglia biancoblù, bustocchi e pisani si affrontano a viso aperto, trovando le reti nel finale di primo tempo, con il botta e risposta nel giro di sessanta secondi fra Bertoni (botta da fuori area) e Masucci (tap-in ravvicinato su un’azione viziata però dal tocco di braccio di Masi).

All’intervallo sull’1-1, in avvio di ripresa Mora e Masucci (nel mezzo il piazzato di Bertoni) vanno vicini al sorpasso centrando rispettivamente palo e traversa, ma al 67′ è Birindelli a trovare l’eurogol del vantaggio con un sinistro a giro beffardo che si infila sotto la traversa della porta difesa da Tornaghi. E’ il gol che decide la partita, condannando i bustocchi di Javorcic – generosi fino alla fine – ad una sconfitta immeritata, la prima interna del 2019.

Ci spiace ovviamente per il risultato finale – il commento del tecnico spalatino in sala stampa – ma mi piace sottolineare la consapevolezza con cui abbiamo giocato alla pari contro un grande avversario“.

Il tutto in attesa dell’ultimo turno di regular season che decreterà la griglia playoff con i tigrotti, di scena sicuramente in trasferta, abbinati al momento al Siena.

PRIMO TEMPO
In uno “Speroni” soleggiato, con tanti tifosi pisani in curva (250 ca), mister Javorcic – privo dello squalificato Zaro – si affida a Lombardoni in difesa (con Battistini e Boffelli a supporto) a Pedone e Colombo a centrocampo (il play è Bertoni), confermando in attacco la coppia Le Noci-Mastroianni. Nel pre partita, per mano della presidentessa Patrizia Testa, premiati per aver superato le 100 presenze in biancoblùMario Alberto Santana (103), Riccardo Colombo (109) e Alex Pedone (101).

00′ – Calcio d’inizio
Pro in biancoblù, Pisa in giallo con maniche nerazzurre

01′ – Coreografia nell’affollatissima curva ospiti: “Lottiamo ancora”
ma anche gli ultras bustocchi si fanno sentire

02′ – Pro subito in attacco: la difesa del Pisa si salva
cambio in cabina speaker: è tornato Mauro Gritti

06′ – Contropiede del Pisa con Birindelli: la Pro si salva con qualche affanno

13′ – Lombardoni di testa non riesce ad indirizzare

18′ – La sassata di Di Quinzio sibila il palo

21′ – Bertoni ci prova da fuori: debole e centrale

22′ – Idem Pedone: tiro stavolta potente, ma alto

23′ – Giallo dubbio per Lombardoni: Lisi si era allungato la palla

24′ – Sulla susseguente punizione dal limite, la barriera devia
poi forse un offside non ravvisato

30′ – Partita intensa allo “Speroni”
il Pisa punge, ma la Pro ribatte colpo su colpo

35′ – Dagli altri campi:
Entella avanti ad Alessandria, Piacenza sotto con l’Olbia

40′ GOL PRO PATRIASassata di Bertoni: 1-0
sullo spunto di Mora

41′ GOL PISA – Immediato pareggio del Pisa con Masucci
ma il gol è viziato dal tocco di braccio di Lisi

41′ – Proteste biancoblù: animi tesi in panchina

47′ – Dopo 2′ di recupero, squadre negli spogliatoi sull’1-1: risultato tutto sommato giusto, ma il gol del Pisa, arrivato sessanta secondi dopo il vantaggio biancoblù di Bertoni, è viziato da un evidente fallo di braccio di Masi.

SECONDO TEMPO
Un cambio per Javorcic: dentro Molnar per Lombardoni, dolorante alla spalla

00′ – Ripartiti

06′ – Palo di Mora: Pro vicina al vantaggio
il portiere Gori si ritrova la palla fra le mani

10′ – Bertoni prova a piazzare il bis: fuori di poco

13′ – Traversa di Masucci

14′ – Giallo a Pedone

15′ – Doppio cambio per Javorcic: dentro Fietta e Disabato
fuori Colombo e Pedone

16′ – Con Gori fuori dai pali , Le Noci non trova la porta

18′ – Striscione nella curva pisana: “Ciao Matthias

22′ GOL PISA – Eurogol di Birindelli: 1-2
sinistro a palombella che si infila sotto la traversa

29′ – Dentro Santana per Bertoni

30′ – Mastroianni cerca il rigore: l’arbitro non ci casca

33′ – Giallo anche a Battistini
fallo fuori area su Pesenti

38′ – Javorcic gioca la carta Gucci
Fuori Mora

45′ – Giallo di Fietta

47′ – Assalto finale della Pro

49′ – Dopo 4′ di recupero, il triplice fischio mette fine alla striscia record interna della Pro Patria, ko dopo 15 risultati utili consecutivi. Allo Speroni finisce 1-2, con Masucci e Birindelli a rispondere al vantaggio di Bertoni. Applausi comunque per i tigrotti.

IL TABELLINO
Pro Patria-Pisa: 1-2 (1-1)
Marcatori: Bertoni (PP) al 40’pt, Masucci (PI) al 41’pt, Birindelli (PI) al 22’st
PRO PATRIA 1919 (3-5-2): 1 Tornaghi; 4 Battistini, 18 Lombardoni (1′ s.t. 5 Molnar), 15 Boffelli; 20 Mora (39′ s.t. 9 Gucci), 21 Colombo (16′ s.t. 16 Fietta), 14 Bertoni (29′ s.t. 11 Santana), 24 Pedone (16′ s.t. 8 Disabato), 3 Galli; 10 Le Noci, 17 Mastroianni. A disposizione: 12 Mangano, 2 Marcone,  7 Parker, 13 Gazo, 23 Ghioldi, 25 Sane, 27 Cottarelli. All. Javorcic.
AC PISA 1909 (3-5-2): 1 Gori; 13 Meroni (39′ s.t. 6 Masi), 3 Brignani, 33 Benedetti; 2 Birindelli, 8 Izzillo (10′ s.t. 14 Marin), 27 Gucher, 10 Di Quinzio, 23 Lisi; 31 Marconi (10′ s.t. 32 Pesenti), 26 Masucci. A disposizione: 12 D’Egidio, 22 Kucich, 9 Moscardelli, 11 Minesso, 34 Gamarra, 35 Lidin 36 Fischer. All. D’Angelo.
ARBITRO: Gino Garofalo della Sezione di Torre del Greco (Marco Ceolin della Sezione di Treviso e Fabrizio Aniello Ricciardi della Sezione di Ancona).
NOTE – Giornata calda e serena. Terreno di gioco in ottime condizioni. Spettatori 1281. Angoli: 7-1. Recupero: 2′ p.t. – 4′ s.t. Ammoniti: Lombardoni, Pedone, Battistini, Fietta, Molnar (PP); Birindelli, Masucci (PIS). 

I RISULTATI
Sabato 27 aprile
ore 16.30: Pro Vercelli-Pro Piacenza: 3-0 a tavolino, Albissola-Lucchese: 1-1, Arezzo-Gozzano: 1-0, Arzachena-Pistoiese: 0-0, Carrarese-Cuneo: 2-0, Juventus Under 23-Virtus Entella: 0-1, Novara-Robur Siena: 2-2, Piacenza-Olbia: 3-2, Pontedera-Alessandria: 1-2, Pro Patria-Pisa: 1-2.

LA CLASSIFICA
74 Piacenza; 72 Virtus Entella; 66 Pisa; 64 Pro Vercelli; 62 Carrarese; 61 Arezzo; 60 Robur Siena; 56 Pro Patria; 50 Novara; 45 Pontedera; 42 Alessandria; 39 Juventus B; 35 Olbia, Pistoiese; 34 Arzachena; 33 Gozzano; 28 Albissola; 23 Cuneo; 16 Lucchese; Pro Piacenza -16.
(* per ogni gara in meno; penalizzazioni: Arzachena -1, Lucchese -25, Cuneo -23, Pro Piacenza -16 radiato)

IL PROSSIMO TURNO DEI TIGROTTI
Sabato 4 maggio: Cuneo-Pro Patria (ore 16.30)

IL REGOLAMENTO
La prima classificata al termine della regular season viene promossa direttamente in serie B. L’ultima classificata retrocede direttamente in serie D.
Ai playoff accedono le formazioni posizionatesi dal secondo al decimo posto, con la quarta classificata in campionato che entra in gioco nel secondo turno (15 maggio), la terza nel primo turno della fase nazionale (19-22 maggio) e la seconda nel secondo turno della fase nazionale (29 maggio-2 giugno): in palio, fra i tre gironi di serie C, due promozioni in serie B, da decretare nelle Final Four (8-15 giugno; 9-16 giugno)
Ai playout la penultima contro la terzultima.

PLAYOFF
Primo turno (eliminazione diretta)
Domenica 12 maggio: 5^ vs 10^, 6^ vs 9^, 7^ vs 8^

Secondo turno (eliminazione diretta)
Mercoledì 15 maggio: fra le tre squadre vittoriose al primo turno, quella peggio classificata (in regular season) affronta in trasferta la quarta classificata. Le altre due formazioni si affrontano sempre in una gara secca (no supplementari) in casa della meglio classificata in campionato.

Copyright @2019