IL TRICOLORE SULLA MAGLIA DEL CENTENARIO
Pro Patria-Vibonese: 2-1. I tigrotti sono Campioni d’Italia

Con un gol per tempo, Disabato al 36' e Molnar al 61', i tigrotti di Javorcic superano per 2-1 i calabresi (Silvestri all'89') conquistando il tricolore. Nella stagione del centenario i bustocchi della presidentessa Testa potranno fregiarsi dello scudetto

Mattia Brazzelli Lualdi

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Vincere il campionato e ritornare in serie C: fatto! Vincere il tricolore di categoria: fatto anche questo!
La Pro Patria suggella una stagione di per sé già strepitosa, conquistando nella finalissima contro la Vibonese anche lo scudetto di serie D.
Nel 2019, l’anno del centenario, i tigrotti della presidentessa Patrizia Testa potranno dunque cucire sulla gloriosa maglia biancoblù il tricolore.

Allo stadio “Virgilio Fedini” di San Giovanni Valdarno, davanti a quasi duecento tifosi bustocchi (in tribuna anche l’ex allenatore Aldo Firicano), i tigrotti di Ivan Javorcic – con Scuderi e Colombo titolari – subiscono il buon avvio dei calabresi che al 20′ sfiorano il gol con Altobello, il cui tiro a giro si stampa sulla parte alta della traversa. Lo spauracchio non intimidisce i bustocchi che al 36′ colpiscono con cinismo ed esperienza: Disabato prende in infilata la difesa avversaria e con un sinistro incrociato chirurgico firma il vantaggio, con cui si va all’intervallo.
Nella ripresa la Pro completa l’opera, mettendo a segno al 61′ il colpo del ko: sull’angolo di Le Noci, Molnar di testa tocca quel tanto che basta per infilare il 2-0. La Vibonese accusa il colpo, mentre la squadra di Busto gestisce con mestiere il doppio vantaggio, almeno fino all’89’, quando Silvestri accorcia le distanze di testa, facendo vivere un finale di partita ancor più emozionante.
Ma al triplice fischio esplode la festa, ed è biancoblù, con lancio di maglie, mini invasione di campo e tanto altro ancora…

Siamo stati eccezionaliil commento a caldo di mister Javorcic – mettendo la ciliegina su un’annata splendida. Ci tenevano tanto per il centenario: un regalo per tutti noi, per i nostri splendidi tifosi

PRIMO TEMPO
Cielo con nuvole ma giornata calda a San Giovanni Valdarno, dove mister Javorcic – rispetto alla gara di semifinale – lancia titolari dal primo minuto Scuderi (per Marcone) e Colombo (per Gazo). Per il resto undici annunciato, con Disabato pronto ad innescare la coppia gol Santana-Le Noci. Tifosi bustocchi (un centinaio abbondante) nei popolari scoperti, sostenitori calabresi in tribuna. Squadre in campo con le maglie di riserva: per la serie tutti scontenti… Dopo l’inno nazionale è tutto pronto
00′ – Silvestro dà il calcio d’inizio: Pro in completo nero, Vibonese in bianco con inserti blu e rossi
01′ – Subito Vibonese: Mangano devia in corner la conclusione di Bubas
04′ – Pericolosa ripartenza di Le Noci: la difesa calabrese si salva, ma si poteva fare di più
08′ – I tifosi biancoblù si fanno sentire, ma anche quelli rossoblù non sono da meno
10′ – Cartellino giallo a Zaro, in campo con una fasciatura alla mano destra
12′ – Dubbio off side fischiato a Santana
20′ – Altobello a giro di destro: la traversa salva la Pro
25′ – Stadio con pista d’atletica, ma senza raccattapalle: questa è la serie D
28′ – Mangano legge bene l’azione, anticipando di testa
30′ – Mezz’ora di gioco: sin qui meglio la Vibonese, ma la Pro appare sorniona
36′ GOL PRO PATRIA – Su assist di Le Noci, Disabato di sinistro non perdona: 1-0 (nella foto)
36′ – Ottimo il break biancoblù, con la difesa calabrese presa in mezzo: preciso il diagonale mancino di Disabato
40 – Tito da fuori: palla di poco alta
46′ – Fine primo tempo, dopo 1′ di recupero: all’intervallo tigrotti in vantaggio per 1-0: decide di Disabato su una buona Vibonese (incrocio di Altobello al 20′), ma la Pro ha giocato da squadra matura ed esperta, facendo prima sfogare gli avversari, poi colpendo cinicamente di rimessa.

SECONDO TEMPO
Javorcic riparte dagli stessi undici, idem Orlandi
00′ – Ripartiti
09′ – Santana in contropiede perde l’attimo per la conclusione
13′ – Destro di Ciotti: la palla sibila l’incrocio
15′ – Ottima uscita a terra di Mangano su Obodo
16′ GOL PRO PATRIA – Sull’angolo di Le Noci, Molnar spizzica di testa e trova l’angolino: 2-0 (nella foto)
22′ – Primo cambio per Javorcic: dentro Gazo per Disabato
23′ – Pro vicina al tris
28′ – E’ il momento di Chiarion (per Scuderi). Pro in controllo
31′ – Tiro cross di Tito: Mangano smanaccia in corner
33′ – Standig ovation per Santana: dentro Gucci
35′ – Batti e ribatti in area bustocca: la difesa tigrotta resiste
36′ – Gucci, a tu per tu con portiere ospite, viene scalciato da dietro: rigore nettissimo, ma non per l’arbitro
36′ – Incredibile abbaglio del fischietto in gonnella Maria Marotta: il fallo di Obodo era evidente
39′ – Tocco di mano in area bustocca: Marotta non interviene ancora
44′ GOL VIBONESESilvestri di testa accorcia le distanze: 2-1
46′ – Brividi in area bustocca, con il portiere Mengoni che si spinge in attacco
50′ – Dopo 5′ di recupero, arriva il triplice fischio finale: la Pro Patria è Campione d’Italia. A San Giovanni Valdarno finisce 2-1: la festa bustocca può esplodere

IL TABELLINO
Pro Patria-Vibonese: 2-1 (1-0)
Marcatori: Disabato (P) al 36’pt, Molnar (P) al 16’st, Silvestri (V) al 44’st
PRO PATRIA (3-5-2): Mangano; Molnar, Zaro, Scuderi (dal 28’st Chiarion); Cottarelli, Colombo, Pettarin, Disabato (dal 22’st Gazo), Galli; Le Noci, Santana (dal 33’st Gucci). A disposizione: Guadagnin, Mozzanica, Ghioldi, Ugo, Pedone, Bortoluz. Allenatore: Ivan Javorcic.
VIBONESE (4-4-2): Mengoni; Franchino (dal 19’st Arario), Silvestri, Altobello (dal 27’st Dorapto), Tito; Sowe, Obodo, Ba (dal 19’st Buda), Ciotti; Bubas, Silvestro (dal 6’st Malberti). A disposizione: Spataro, Lettieri, Vacca, Da Dalt, Raso. Allenatore: Nevio Orlandi.
ARBITRO: Maria Marotta di Sapri (Davide Stringini di Avezzano e Lorenzo Colasanti di Grosseto).
NOTE – Giornata calda e nuvolosa. Terreno in buone condizioni. Spettatori: 600 ca. Ammoniti: Zaro, Silvestri, Scuderi, Altobello, Buda. Calci d’angolo: 3-9. Minuti di recupero: pt 1′, st 5′

 

RISULTATI DELLA FINAL FOUR
Giovedì – Semifinali
ore 16 a Rignano sull’Arno: Pro Patria-Albissola: 4-0
ore 18.30 a San Giovanni Valdarno: Gozzano-Vibonese: 1-3

Sabato – Finalissima
ore 17 a San Giovanni Valdarno: Pro Patria-Vibonese: 2-1.

L’ALBO D’ORO
1987-88: Trani, 1988-89: Valdagno, 1989-90: Enna, 1990-91: Matera, 1991-92: Oltrepò, 1992-93: Crevalcore, 1993-94: Pro Vercelli, 1994-95: Taranto, 1995-96: Castel San Pietro, 1996-97: Biellese, 1997-98: Giugliano, 1998-99: Lanciano, 1999-00: Sangiovannese, 2000-01: Palmese, 2001-02: Olbia, 2002-03: Cavese, 2003-04: Massese, 2004-05: Bassano Virtus, 2005-06: Paganese, 2006-07: Tempio, 2007-08: San Felice Normanna, 2008-09: Pro Vasto, 2009-10: Montichiari, 2010-11: Cuneo, 2011-12: Unione Venezia, 2012-13: Ischia Isolaverde, 2013-14:Pordenone, 2014-15: Robur Siena, 2015-16: Viterbese, 2016-17: Monza, 2017-18: PRO PATRIA

Fotoservizio Pro Patria-Vibonese a cura di Giovanni Garavaglia

Copyright @2018

LEGGI ANCHE