SERIE D, POULE SCUDETTO
Pro Patria-Virtus Verona: 3-1. I tigrotti non si fermano più / Le foto del match

Zaro, Cottarelli e Mozzanica firmano le reti del 3-1 con cui i tigrotti di Javorcic - premiati per la vittoria del campionato - bagnano l'esordio nella Poule Scudetto. Il mister: "Orgoglioso di questi ragazzi fantastici"

GIOGARA

Mattia Brazzelli Lualdi

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Nel turno d’apertura della poule scudetto, una pimpante e tonica Pro Patria celebra la consegna del trofeo per la vittoria del campionato superando 3-1 la Virtus Verona del presidente-allenatore Luigi Fresco, al timone e in panchina dal 1982. Con Chiarion, Mozzanica e Ghioldi schierati titolari, nel primo tempo i tigrotti di Javorcic, dopo aver sfiorato il vantaggio con Gucci, sbloccano il risultato al 12′ con Zaro che, sull’angolo di Mozzanica, si fa trovare puntuale all’appuntamento col gol, festeggiando al meglio le 100 presenze in maglia biancoblù davanti a nonna Rita, presente in tribuna (“compleanno, 100 presenze e gol: non potevo chiedere di più“). Il vantaggio carica i bustocchi che vanno vicinissimi al raddoppio al 27′, ma la conclusione di destro di Santana si stampa sul palo. Dal possibile 2-0 si passa invece all’1-1 al 35′, quando Pedrinelli ripristina l’equilibrio di testa, con la difesa tigrotta un po’ ferma sull’angolo scaligero.

All’intervallo in parità, con il vento che aumenta d’intensità e con il cielo all’orizzonte che si fa nero, nella ripresa la Pro Patria prima suda freddo (il gol di Allegrini al 51′ su punizione viene annullato per un dubbio offside), poi trova il sorpasso con il neo entrato Cottarelli, freddo al 65′ a capitalizzare lo splendido assist di Pedone, entrano benissimo in partita, nonostante l’occasione fallita per il tris. Tris che arriva nel primo minuto di recupero con un eurogol di Mozzanica che, dopo aver fatto sedere tre difensori veneti, fissa il definitivo 3-1.

Siamo contenti di esserci congedati davanti al nostro pubblico in questo modo – commenta Javorcic – con una vittoria frutto di una grande prestazione, offerta da ragazzi davvero fantastici. Tutto ciò mi rende orgoglioso, perché – pur cambiando diversi interpreti – la squadra si è espressa come sempre: con qualità, organizzazione e temperamento. E questo è il risultato del grande lavoro quotidiano svolto da inizio stagione e di un percorso di crescita compiuto insieme“.

Con questo successo, che fa ovviamente balzare in vetta al gironcino la Pro Patria, i tigrotti della presidentessa Patrizia Testa – corsa sotto la curva ad alzare la Coppa davanti agli ultras – scenderanno in campo mercoledì 23 alle ore 16 a Gozzano, dopo la sfida di domenica 20 fra veneti e piemontesi.

PRIMO TEMPO
In uno “Speroni” ben lontano dai fasti di sette giorni fa (una promozione sui biglietti – magari omaggiando gli abbonati, tanto per dirne una – avrebbe aiutato l’affluenza nel congedo stagionale…), mister Javorcic, come annunciato alla vigilia, dà spazio “a chi ha avuto meno opportunità durante il campionato”, lanciando dal primo minuto Chiarion, Ghioldi e Arrigoni
00′ – Calcio d’inizio, dopo un minuto di silenzio in memoria dell’ex presidente LND Giulivi
01′ – Tigrotti in campo con la gloriosa maglia biancoblù, Virtus in blu con bordi rossi
02′ – Nella curva ospiti anche sette tifosi rossoblù (della Onlus Virtus)
03′ – “Voi non siete veronesi” la risposta degli ultras biancoblù
05′ – Gucci di potenza si guadagna la palla gol, ma Tosi intuisce
12′ GOL PRO PATRIA – Su angolo di Mozzanica, Zaro – appostato sul secondo palo – firma il vantaggio: 1-0
14′ – Dopo una rabona da applausi di Santana, ammonizione per Ghioldi
15′ – Qualche brivido in area bustocca, con Guadagnin che perde quasi il tempo per il rinvio
18′ – Sull’assist-cross di Santana, Ghioldi schiaccia di testa, ma non inquadra la porta
27′ – Pro vicinissima al bis: Santana di destro centra il palo pieno
28′ – Il sinistro di Ghioldi gonfia l’esterno della rete
35′ GOL VIRTUS – Sull’angolo di Burato, Grbac allunga e Pedrinelli di testa firma il pari: 1-1
36′ – Sale il vento allo “Speroni”: temporale all’orizzonte?
39′ – Disabato, toccato in area, viene addirittura ammonito per simulazione
46′ – Mentre le nuvole minacciano pioggia all’orizzonte, l’arbitro manda le squadre negli spogliatoi: all’intervallo l’1-1 non rende del tutto merito alla convincente partenza dei tigrotti, in gol con Zaro e vicini al raddoppio con il palo di Santana, prima della reazione scaligera.


SECONDO TEMPO
Mentre vento e freddo aumentano d’intensità, Javorcic e Fresco ripartono dagli stessi undici
00′ – Ripartiti
02′ – Su angolo, Molnar svetta di testa: palla di poco alta sopra la traversa
06′ – Allegrini segna su punizione, ma l’arbitro annulla per un off side come minimo dubbio
07′ – Manarin di destro da sotto misura: Guadagnin salva il risultato
11′ – Doppio cambio per Javorcic: dentro Bortoluz e Pedone per Gucci e Arrigoni
14′ – Sull’assist di Pedone, Santana manca il sorpasso, sfiorando l’incrocio
19′ – Terzo cambio per la Pro: fuori il vivace Ghioldi, dentro Cottarelli
20′ GOL PRO PATRIA – Su assist di Pedone, Cottarelli con freddezza firma il 2-1
25′ – Prime timide gocce di pioggia, mentre il cielo all’orizzonte si fa sempre più nero
27′ – Su angolo, Bortoluz svetta i testa: palla sopra la traversa
28′ – Numeri di Santana: applausi
31′ – Su assist di Santana, Pedone si divora il tris, con Bortoluz che perde il tempo per la botta al volo
33′ – Santana esce fra gli applausi, dentro Gazo
42′ – Guadagnin blocca la conclusione potente di Cattivera
46′ GOL PRO PATRIA – Eurogol di Mozzanica che si beve la difesa veneta e piazza il 3-1
49′ – Dopo quattro di recupero, il triplice fischio finale sancisce la meritata vittoria della Pro Patria: il 3-1 dei tigrotti sulla Virtus Verona – con i tifosi biancoblù che cantano “Vinceremo il tricolore” – fa ben sperare per la prosecuzione dell’aventura bustocca nella Poule Scudetto.

IL TABELLINO
Pro Patria-Virtus Verona: 3-1 (1-1)
Marcatori: Zaro (P) al 12’pt, Pedrinelli (V) al 35’pt, Cottarelli (P) al 20’st, Mozzanica (P) al 46’st
PRO PATRIA: Guadagnin, Chiarion (dal 23’st Marcone), Colombo, Mozzanica, Molnar, Zaro, Ghioldi (dal 19’st Cottarelli), Arrigoni (dal 11’st Pedone), Gucci (dal 11’st Bortoluz), Disabato, Santana (dal 33’st Gazo). A disposizione: Mangano, Pettarin, Ugo, Le Noci. Allenatore: Ivan Javorcic
VIRTUS VECOMP VERONA: Tosi, Allegrini (dal 14’st Santuari), Burato (dal 26’st Trinchieri), Grbac, Pedrinelli (dal 35’st Rossi), Concato, Frinzi, Merci (dal 21’st Cattivera), N’ze Kouassi, Manarin (dal 26’st Danti), Acri. A disposizione: Sibi, Demian, Maccarone, Padovani. Allenatore: Fresco
ARBITRO: Panettella di Bari (Bartolomucci, Valente)
NOTE – Spettatori 600 ca. Giornata fresca e a tratti ventosa; terreno in perfette condizioni. Ammonito: Ghioldi, Disabato, Burato, Bortoluz. Calci d’angolo: 4-3. Minuti di recupero: pt 1′, st 4′

LE PAGELLE
Guadagnin 6, Chiarion 6 (dal 23’st Marcone 6), Colombo 6, Mozzanica 7, Molnar 7, Zaro 7, Ghioldi 6.5 (dal 19’st Cottarelli 6.5), Arrigoni 6 (dal 11’st Pedone 7), Gucci 6 (dal 11’st Bortoluz 6), Disabato 6, Santana 7 (dal 33’st Gazo 6). Allenatore: Ivan Javorcic 7

LE PREMIAZIONI
Oltre a Giovanni Zaro, premiato – sotto gli occhi della nonna (presente in tribuna) – dalla presidentessa Patrizia Testa per le 100 presenze con la gloriosa maglia biancoblù, il congedo stagionale davanti al pubblico amico dello “Speroni” è stata l’occasione per la consegna alla società Pro Patria (da parte della consigliere del Dipartimento Interregionale di serie D Teresa Montaguti) del trofeo per la vittoria del campionato. Nel pre partita spazio anche alle premiazioni dei tifosi del Pro Patria Club, con Giovanni Zaro miglior tigrotto della stagione (Trofeo Immobiliare Macchi) e con Mario Alberto Santana capocannoniere della squadra (Memorial Aldo Bacchi)

POULE SCUDETTO
Gironi A B C
Domenica 13 maggio: Pro Patria-Virtus Verona: 3-1 (riposa Gozzano)
Domenica 20 maggio (ore 16): Virtus Verona-Gozzano
Mercoledì 23 maggio (ore 16): Gozzano-Pro Patria

Gironi D E F
Domenica 13 maggio: Rimini-Albissola: 4-4 (riposa Vis Pesaro)

Gironi G H I
Domenica 13 maggio: Potenza-Rieti: 0-0 (riposa Vibonese)

IL REGOLAMENTO
Partecipano le 9 vincenti dei gironi di Serie D suddivise in tre triangolari (vincente girone A-B-C; D-E-F; G-H-I). Riposa nella prima giornata il team determinato per sorteggio, nella seconda quello che avrà vinto la prima gara o, in caso di pareggio, che avrà giocato in trasferta. Si qualificano alla final four le tre vincenti dei triangolari più la migliore seconda (per la determinazione delle graduatorie consultare l’art.3 del CU 103), le gare di semifinale e finale si disputeranno sui campi individuati dal Dipartimento Interregionale. In caso di parità al termini dei tempi regolamentari si andrà direttamente ai calci di rigore.
Il Calendario
13 maggio  1^ gara triangolare
20 maggio  2^ gara triangolare
23 maggio  3^ gara triangolare
31 maggio  semifinali
2 giugno  finale

PLAYOFF GIRONE A
Rezzato-Darfo Boario: 2-3
Pontisola-Pergolettese: 1-2 (dts)
Finale: Pergolettese-Darfo Boario

Fotoservizio Pro Patria-Virtus Verona a cura di Giovanni Garavaglia 

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA