Serie D - SUCCESSO IN ZONA CESARINI
Romanese-Pro Patria: 3-4. Decide Le Noci al 91’ / Le foto del match

I tigrotti, dopo essersi complicati maledettamente la vita nel turno infrasettimanale contro la Romanese, hanno avuto il merito di non mollare mai e di spuntarla con il gol decisivo di Beppe Le Noci al 91’. Pro Patria che torna capolista solitaria del girone

GIOGARA
Le Noci gol al 91'

Alessio Murace

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Non è stata certamente la gara che voleva alla vigilia mister Javorcic. Ma i suoi tigrotti, dopo essersi complicati maledettamente la vita nel turno infrasettimanale contro il fanalino di coda Romanese, hanno avuto il merito di non mollare mai e di spuntarla con il gol decisivo di Beppe Le Noci al 91’. In mezzo, la tripletta di Guariniello per una Romanese che non aveva mai segnato più di due reti in una partita in questo campionato, due rigori, il rosso diretto a Provesi sul finire del primo tempo e le reti per la Pro Patria di Le Noci, Molnar e Bortoluz. Come se non bastasse, ci si è messo pure il vento che è stato un fattore soprattutto nei primi 45’ di gioco.

La cronaca di seguito cerca di delineare un match a tratti veramente indecifrabile e con un senso logico sempre stravolto dagli episodi.

Il racconto della gara

Primo tempo surreale, con le forti raffiche di vento che sono un fattore determinate così come gli errori di “sufficienza” dei giocatori in maglia biancoblù. Ne nasce un match dall’andamento indecifrabile. Il primo scossone alla gara lo dà la Romanese che si porta in vantaggio al 13’ con la punizione di Guariniello che si insacca alle spalle di Guadagnin (estremo difensore di giornata scelto da mister Javorcic). Piazzato dal limite generato da un ingenuo fallo di mano di Molnar.

Botta e risposta. Due minuti più tardi, la Pro Patria riacciuffa il pareggio dagli undici metri con Le Noci (fallo su Colombo).

Il vento che soffia alle spalle degli attaccanti di casa sospinge e dà coraggio alle incursioni della Romanese. Bergamaschi che vanno vicini al nuovo vantaggio con la traversa su punizione da metà campo (sospinta dal vento) del solito Guariniello, mentre la Pro Patria è “respinta” dalla parata di Placidi sul tiro di Pedone e dalle raffiche contrarie che spazzano il terreno di gioco. Biancoblù che ci mettono del loro per complicarsi ulteriormente la vita con il fallo da rigore di Colombo su Mazzoleni. Trasforma bomber Guariniello (25’). L’ultimo episodio degno di cronaca del primo tempo è il fallaccio da dietro di Provesi su Pedone (37’). Rosso diretto e Romanese in dieci da qui alla fine del tempo e per tutta la ripresa.

Si riprende con due cambi nelle fila della Pro. Dentro Bortoluz e Disabato per Galli e Gazo. Mister Javorcic, entro il ventesimo della ripresa, si gioca altre due pedine dalla panchina: in campo Mozzanica e Ghioldi per Pettarin e Cottarelli. Mosse che danno un baricentro ulteriormente offensivo alla Pro Patria e che sembrano pagare “dividendi” con il pareggio di Molnar sugli sviluppi di un calcio d’angolo al 65’. La gara è a senso unico (attacca solo la Pro) ma la beffa è dietro l’angolo.

Il vento, che nel primo tempo è stato un fattore determinante, sparisce dal campo quando deve sospingere gli attacchi dei tigrotti e a schemi praticamente saltati, con la Pro Patria tutta protesa in avanti, Guariniello (sempre e solo lui) firma il 3-2 al 73’. La Romanese, ultima in classifica, non aveva mai segnato più di due gol in una partita in questo campionato.

Match indecifrabile. Quanto tutto sembra perduto, ecco che viene fuori il carattere dei tigrotti. Prima Elia Bortoluz (86’), poi Beppe Le Noci (91’) ribaltano nuovamente la situazione e regalano i tre punti alla Pro Patria che torna capolista solitaria del girone B di serie D per la contemporanea sconfitta del Darfo Boario contro il Pontisola. Ma mister Javorcic farà bene a smorzare gli entusiasmi per questa vittoria buona solo ai fini della classifica.

Il tabellino

Romanese-Pro Patria 3-4 (2-1 primo tempo)

Marcatori: Guariniello (R) al 13’ pt., al 25’ pt. su rigore e al 28’ st., Le Noci su rigore al 15’ pt. e al 46’st., Molnar al 20’st., Bortoluz al 41’ st.

Romanese: Placidi, Zendrini, Davini, Colombo, Mazzoleni, Franzoni, Belotti, Trovesi, Dianda, Guariniello, Vitara. A disposizione: Mazzetti, Bena, Benzoni, Bonelli, Moamet, Marchesi, Nichi, War. Allenatore: Aldo Nicolini.
Pro Patria: Guadagnin, Colombo, Molnar, Scuderi, Cottarelli (dal 18’ st. Ghioldi), Gazo (dal 1’ st. Disabato), Pettarin (dal 13’ st. Mozzanica), Pedone, Galli (dal 1’ st. Bortoluz), Le Noci, Gucci. (A disposizione: Mangano, Chiarion, Marcone, Ugo, Arrigoni). Allenatore: Ivan Javorcic.

Risultati

Romanese-Pro Patria 3-4, Bustese-Scanzorosciate 0-0, Lecco-Dro 1-0, Ciliverghe-Virtus Bergamo 1-2, Darfo Boario-Pontisola 1-2, Levico Terme-Caravaggio 4-2, Pergolettese-Ciserano 1-1, Rezzato-Crema: 3-1, Trento-Lumezzane 1-0. Riposa: Grumellese.

Classifica

Pro Patria 45, Darfo Boario 44, Rezzato 43, Pontisola 41, Pergolettese 37, Lecco 36, Virtus Bergamo 33, Levico Terme 30, Ciliverghe 29, Bustese 29, Caravaggio 26, Crema 26, Lumezzane 24, Trento 23, Scanzorosciate 22, Ciserano 18, Grumellese 15, Dro 14, Romanese 10.

Prossimo turno

Domenica 21 gennaio (ore 14.30): Pro Patria-Grumellese, Caravaggio-Ciliverghe, Ciserano-Trento, Crema-Romanese, Dro-Rezzato, Lumezzane-Trento, Pontisola-Lecco, Scanzorosciate-Pergolettese, Virtus Bergamo-Darfo Boario. Riposa: Bustese.

Copyright @2018