SERVIREBBE UN OCCHIO ATTENTO
Il problema sicurezza è sempre in agguato

Non se ne può più. A furia di fagocitare i nostri anziani con le nostre paure, va a finire che si sta tutti male. Eppure, il pericolo c’è...

Gianluigi Marcora

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Il problema Sicurezza è sempre in agguato. Non se ne può più. A furia di fagocitare i nostri anziani con le nostre paure, va a finire che si sta tutti male. Eppure, il pericolo c’è e l’antidoto, pure!

La Sicurezza non è solo la paura del ladro che le escogita tutte pur di entrare in casa nostra. C’è il raggiro che fa parte del problema Sicurezza e c’è pure il dolo dentro il raggiro che fa passare per scemi coloro che lo subiscono. Lasciamo stare poi, la destrezza, lo scasso e tutte quelle varianti che fanno della Sicurezza, un problema principale da risolvere.

Dei falsi tecnici di Enel, Agesp, Accam, Telecom che aggiungere? Non devono accedere in casa se non (per i tecnici veri) con un preciso mandato, ma soprattutto per una precisa verifica da parte del Cittadino. Qui ci vuole il “cuore duro” per non incorrere in delusioni pazzesche. Dire e ribadire ai nostri anziani che in casa propria non si entra, deve essere sistematico. Vero che i nostri anziani sono (erano) abituati a lasciare l’abitazione quasi incustodita o ad offrire accoglienza a tutti, ma i tempi sono mutati ed ora, l’accoglienza la si deve fare con tanta circospezione.

Non parliamo poi di chi si presenta in casa con pretesti assurdi che collimano con richieste di danaro (anche somme forti) o di chi inventa storie inaudite pur di estorcere danaro a chi è in buona fede. Poi c’è il trucco dello specchietto rotto o dell’urto inventato, ma qui è facile chiamare uno qualsiasi dei Tutori dell’Ordine e, per nessuna ragione al mondo pagare in contanti al richiedente.

Vogliamo vedere ora un altro tipo di Sicurezza? Ѐ quello relativo alla tutela del vivere civile che a volte fa a pugni con certi comportamenti. Di sera, soprattutto, Busto Arsizio e le altre città vicine, si spopolano. E che succede? Che a “far la vita” c’è in giro gente che non dovrebbe bere per religione e sistematicamente si ubriaca o gente che non sa cos’è il buon costume e mercerizza il corpo senza limitazione.

I residui, li si scopre l’indomani e dentro la Sicurezza c’è pure l’insidia della Salute che deve essere tenuta in considerazione. Poi ci sono i “regolamenti di conti” come spesso avviene per colpa dell’alcol, ma pure i vari litigi per cose futili, ma pure per un differente modo di vivere.

Visto mai gente che incrocia un divieto di transito nel senso sbagliato e che ci si trova di fronte per il mancato rispetto della segnaletica stradale? Non parliamo poi degli inadempienti a Leggi e Regolamenti che proprio recentemente, nella settimana a “tolleranza zero” sono emersi, al di là delle aspettative.

Un dato tuttavia è certo: in troppi se ne approfittano per le troppo poche pattuglie in strada. Non è che si voglia una Stato coercitivo, ma se in giro non c’è neppure l’indispensabile, come si fa a parlare di controlli sistematici? Per fortuna (l’ha dichiarato anche il Sindaco di Busto Arsizio, Emanuele Antonelli) la città è vivibile. Certo che lo è! Qui non si parla del Bronx, ma quel che si vuole ottenere è il rispetto della Legge, ma pure il rispetto delle Regole del Codice della Strada. Incappare in un incidente con una vettura non assicurata o che non ha avuto la giusta revisione, vuol dire non avere… Sicurezza. E vuol pure dire avere grane al di là del normale. Quindi?

Quindi è meglio insistere con la “tolleranza zero” che, per chi è a posto, si può ben definire “settimana di una super Sicurezza“: il che non fa male e restituisce al Cittadino, la fiducia che talvolta vacilla nel rapporto con le Istituzioni.

Un occhio attento al problema, lo deve pure mettere il Giudice. Decidere in base alla Legge, va bene, ma quando la Legge “mette fuori” il malavitoso “fresco” di reato, non si fa la parte dei Cittadino, ma si mette in pericolo il lavoro delle Forze dell’Ordine e l’incolumità delle stesse.

Copyright @2017

DALLE RUBRICHE