Campionati di pallacanestro
Prova del 9 per la Hydrotherm, i Knights volano a Roma

La Hydrotherm va ad Opera per il riscatto (domenica 11) e i Knights volano a Roma (sabato 10).

Enrico Salomi

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Torna in campo la Hydrotherm, che recupera qualche giocatore dalla tribuna e, sul parquet del fanalino di coda Opera (palla a due domenica 11 alle ore 18), prova a conquistare due punti importantissimi per muovere la classifica dopo i k.o. interni contro Milano 3 e Nerviano. “La situazione infortuni – spiega coach Gianni Nava – è in leggero miglioramento solo per quel che riguarda Marotto, mentre Ferrario é ancora bloccato da problema all’inguine e Vai e De Vita sono tuttora out. Recuperiamo Tagliabue che ha finito di scontare le due giornate di squalifica e questa è sicuramente una buona notizia…”. Non inganni la classifica di Opera, che, dopo un inizio difficile, sta decisamente cambiando rotta. “E’ così – prosegue l’allenatore bustocco – i milanesi sono ancora ultimi a zero punti, ma in realtà, hanno lottato alla pari quasi tutte le gare e settimana scorsa hanno quasi vinto in casa con Gallarate (partita sospesa sul +12 al minuto 27′ per infiltrazioni d’acqua in palestra n.d.r.). Presentano un roster affidabile e con un ottimo quintetto-base: il playmaker Iacono, la guardia Digianvittorio, Spirolazzi, Vercesi ed il centro Pastori. Insomma sarà un match per noi molto impegnativo…”.

 

Knights a Roma per il riscatto

Prossimo appuntamento dei Knights sabato 10 nell’anticipo contro la Eurobasket Roma (palla a due ore 17 nel palasport di Ferentino, che ospita i romani dopo la chiusura del PalaTiziano). L’allenatore Fabio Corbani (milanese di nascita, ma ormai da anni lontano dalla Lombardia) guida un team che punta in maniera dichiarata a giocarsi il salto in serie A, ma che dopo le prime giornate ha riscontrato qualche difficoltà. Il miglior marcatore (15.5 punti di media a gara ed eccellenti percentuali al tiro) è   Nick Zeisloft,   guardia di 26 anni, formatasi nei college di Illinois St. Redbirds e Indiana Hoosiers, non scelta per la Nba, ma messasi subito in mostra nella lega di sviluppo americana, Lituania e Italia. L’altro americano è l’ex varesino Damian Hollis (14 punti a gara), autore di buone stagioni in Ungheria e Portogallo, ma soprattutto ottimo protagonista in Italia a Cantù, Biella (Coppa Italia LNP), Brescia (promozione in A), Varese e Bergamo. Gli altri due realizzatori in doppia cifra sono: Alessandro Amici (13.8 punti ad allacciata di scarpe), talento del 1991, nato a Pesaro, poi professionista con le maglie di Imola, Firenze, Pesaro, Ferrara, Mantova e Fortitudo Bologna; Abdel Pierre Fall (10.7 punti e 8.7 rimbalzi a gara), pure lui del 1991, pivot senegalese naturalizzato italiano, dotato di grande forza fisica, reclutato dalla Stella Azzurra Roma e con esperienze a Trieste, Casale, Torino, Udine e Brescia, prima del ritorno a Roma sponda Eurobasket. Altri due elementi importanti del roster sono Federico Loschi ed Alessandro Piazza: Loschi cresce nel settore giovanile della Benetton Treviso con Corbani e poi indossa le maglie di Riva del Garda, Piacenza, Casalpusterlengo, Brescia, Scafati, Recanati e Trieste (vittoria del campionato e della Supercoppa di A-2); Piazza è un affidabile regista bolognese di 31 anni, arrivato a Roma dopo quattro anni ricchi di soddisfazione con la maglia di Agrigento, ma abituato anche ad altre piazze calde come Brindisi e Fortitudo Bologna. I tre giocatori che chiudono le rotazioni di Corbani sono   Luca Infante,   Mohamed Toure   e   Eugenio Fanti: Infante, classe 1982, nativo di Nocera Inferiore, è professionista di lungo corso tra Pallacanestro Reggiana, Latina, Cento, Soresina, ancora Reggio Emilia, Ferrara, Brindisi, Piacenza, Veroli, Biella e di nuovo Piacenza; Toure, guardia di 26 anni nata e cresciuta a Varese (sponda Robur), dotata di buon atletismo e di discreto tiro, ha conosciuto ingaggi a Omegna, all’Olimpia Milano, alla Viola Reggio Calabria, ancora alla Robur Varese, alla Fiorentina, a Orzinuovi e all’Auxilium Torino; Fanti, guardia del 1991, è da sempre simbolo e bandiera dell’Eurobasket, che ha condotto sempre (a parte una parentesi a Costa Volpino) nella scalata dalla D alla A-2. Chiudono le rotazioni Gianluca Santini   e   Alexander Cicchetti.

Il Cso Borsano contro la capolista Montello

Tornano in campo i ragazzi di coach Titti Maini, questa sera sul campo della capolista solitaria Montello (palla a due alle ore 21.30 nella palestra di via Gasparotto a Malnate). I padroni di casa sono imbattuti ed in testa alla classifica, ma il Cso Borsano vorrà sicuramente giocare uno scherzo sulle ali della gioventù e dell’entusiasmo.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA