Premiati per la capacità di negoziazione
I ragazzi dell’Ite Tosi vincono la sfida del YoungG7

Gli studenti dell’istituto di viale Stelvio, impegnati a rappresentare la Lombardia nel YoungG7, conquistano il titolo di miglior delegazione nei lavori negoziali sui cambiamenti climatici e sull’energia pulita

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

L’Ite Tosi di Busto Arsizio è la migliore delegazione del YoungG7, premiata anche per la capacità di negoziare e di aprire trattative coni rappresentanti degli altri paesi.

Si conclude così, con un ottimo risultato, l’avventura che ha visto protagonisti gli studenti dell’Istituto di viale Stelvio, impegnati a rappresentare la Lombardia, dal 7 al 9 giugno, a Rieti  in occasione del YoungG7, un confronto sui cambiamenti del clima e sull’energia pulita con particolare riferimento alle tematiche relative alla gestione sostenibile delle risorse idriche: “Working toghether on climate change and clean energy”. YounG7, il G7 delle Scuole, giunto alla seconda edizione nazionale, è una simulazione studentesca dei lavori negoziali, basata sulla simulazione in lingua inglese di tipo diplomatico governativo.

All’importante progetto, insieme ad altri 60 studenti provenienti da tutte le regioni italiane, hanno partecipato Sofia De Matteis (3FR), Mirko Tessari (3BR), Federica Ferrario (2AI) e Mattia Veggetti (2AI) accompagnati dal prof Luigi Molinaro, ai quali è stata assegnata la rappresentanza del Canada con la gestione del bacino dello Yukon. Federica Ferrario della 2A della sperimentazione quadriennale è risultata anche la seconda speaker fra tutte le delegazioni e andrà in Canada dove porterà la risoluzione per la gestione dei bacini idrici.

Grande soddisfazione per la dirigente scolastica Nadia Cattaneo che sottolinea: “Ѐuna bella conferma delle competenze trasversali e delle soft skill che il Debate sviluppa negli studenti”.

Le conclusioni alle quali sono pervenute i delegati saranno raccolte in una dichiarazione che sarà pubblicata sul sito del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Copyright @2018