Campionati di pallacanestro
Ribaltone Knights: esonerato coach Sacco. Hidrotherm in trasferta

Tris di partite domenicali per i Knights dell'esonerato Sacco (contro l’Orlandina in panchina Mazzetti), la Hydrotherm (ad Erba) e Borsano (a Lonate Ceppino)

Enrico Salomi

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Tris di partite domenicali per Hydrotherm (ad Erba), Knights (contro l’Orlandina) e Borsano (a Lonate Ceppino), ma a scuotere il weekend cestistico ci ha pensato la società legnanese con l’esonero di coach Giancoarlo Sacco al rientro della trasferta infrasettimanale di giovedì in Sicilia

IL COMUNICATO
Il Legnano Basket comunica di aver sollevato dall’incarico di capo allenatore il Sig. Giancarlo Sacco. La squadra viene affidata ad Alberto Mazzetti con vice Massimo Corrado, Silvio Saini e Davide Giglietti. Il nuovo staff dirigerà il primo allenamento sabato alle ore 12.00 al PalaBorsani. I Knights ringrazia Sacco per l’impegno profuso in questi mesi e augura le migliori fortune all’allenatore per il prosieguo della propria carriera sportiva

I Knights attendono l’Orlandina
Dopo la trasferta di Agrigento costata la panchina a coach Sacco, i Knights tornano subito in campo contro un’altra squadra siciliana, Capo d’Orlando (palla a due domenica 28 alle ore 17.30 al PalaBorsani di Castellanza). La squadra, allenata dall’ex Cantù Marco Sodini non nasconde le proprie velleità di pronta risalita in serie A (3 vittorie nelle prime 4 gare). La coppia americana è formata da Brandon Triche  e  Jordan Parks. Triche è un play/guardia di 193 centimetri (sinora 26 punti e 6 assist di media a gara), che si è formato alla Jamesville-DeWitt High School (Mr. New York Basketball nel 2009) e alla Syracuse University prima delle avventure tra D-League, Israele, Grecia e Italia (Aquila Trento e Virtus Roma); Parks è invece un “veterano” del campionato di A2, grande protagonista nell’ultima stagione per la promozione di Trieste, dotato di grande potenza fisica e di pericolosità sia da sotto che da fuori (sinora 22.3 punti di media). In doppia cifra (12 punti per entrambi) ci sono anche Jacopo LucarelliDavide Bruttini: Lucarelli, ala classe 1996, proveniente dalla All Food Firenze in serie B, è stato protagonista di un’ottima stagione in Toscana, dove ha trascinato la squadra fino alla finale play-off persa contro Cento; Bruttini, dopo il titolo nazionale juniores con la Virtus Siena, viene tesserato dalla Fortitudo Bologna per l’esordio in A1 nel 2005 e poi gira tra Castelletto Ticino, Capo d’Orlando, Brindisi, Imola, Veroli, Casale, Forlì, Torino, Brescia, Virtus Bologna e Treviso. Dietro a questo quartetto, ecco il resto degli italiani con  Matteo LaganàNicola MeiYantchoue Joseph Mobio  e  Andrea Donda. Laganà, talentuoso atleta del 2000 cresciuto a Reggio Calabria prima di approdare a Milano (tra Olimpia e Urania in B), è compagno di nazionale giovanile di Berra e Bortolani; Mei è  un veterano del campionato, ma si è saputo togliere la soddisfazione di far parte nella massima serie del roster di Varese e Cremona; Mobio è un’ala forte di 2 metri proveniente da Perugia (nell’ultima stagione 10.3 punti e 7 rimbalzi di media in serie B), nativo da genitori ivoriani e svezzato a Brescia prima dei passaggi alla Stella Azzurra Roma e a Perugia; Donda è un centro triestino di 210 centimetri, classe 1999, cresciuto nel vivaio del San Vito Trieste e poi con esperienze all’Azzurra, alla Servolana e alla Pallacanestro Trieste.

Hydrotherm in trasferta
La Hydrotherm si reca sul campo di Erba (palla a due domenica 28 alle ore 18), senza il suo bomber Vai (rottura del metatarso del piede e almeno due mesi di stop) e con capitan Azzimonti e Arui ancora acciaccati. Davvero una disdetta per i bustocchi, che ora dovranno affidarsi alle ampie rotazioni per sopperire ad un realizzatore tra i migliori del campionato. “Erba è una squadra mediamente giovane – commenta coach Gianni Nava – che cerca di giocare un basket fatto di intensità e di corsa. I giocatori chiave sono il play-guardia Ceppi (tiratore da 10 punti a partita), le ali Rigamonti e Malberti (rispettivamente 10.6 e 18.2 punti ad allacciata di scarpe) ed i centri Colombo e Meroni”. L’allenatore bustocco cerca di concertarsi sulla gara, che mette in palio due punti importanti per la rincorsa ai piani nobili della graduatoria, dimenticando le difficoltà del proprio roster… “Per quel che ci riguarda – conclude Nava – dobbiamo segnalare il problema muscolare di Azzimonti, che lo lascia in dubbio per domenica, mentre Arui, nonostante la distorsione che lo ha rallentato in settimana, sarà sicuramente del match. Per Vai, invece, la rottura del metatarso del piede lo costringerà ad almeno due mesi di stop e per noi sono una perdita davvero importante”.

Il Cso Borsano nel posticipo a Lonate Ceppino
Con in tasca lo scalpo del fanalino di coda Motrix Cavaria, i ragazzi di coach Titti Maini proveranno a bissare il successo di settimana scorsa nel posticipo domenicale sul campo del GBA Lonate Ceppino (appuntamento domenica 28 alle ore 18 nella palestra di via S. Lucio). Entrambe le formazioni sono, al momento, appaiate in classifica con una vittoria nelle prime 3 giornate e quindi si può già considerare uno scontro diretto per abbandonare le zone calde della graduatoria.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA