OLGIATE OLONA
Riconoscimento per la gestione dell’emergenza Covid. Il sindaco Montano premiato a Codogno

Segnalato dal consigliere provinciale di UNPLI Lombardia, Agostino Alloro, per l’impegno e il lavoro svolto durante l’emergenza sia in qualità di sindaco che di medico. “Attenta e quotidiana informazione, attivo in prima persona per il reperimento e la distribuzione di mascherine”

Loretta Girola

olgiate olona

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

A ricevere il riconoscimento promosso dall’Unione delle Pro Loco lombarde per l’impegno profuso durante l’emergenza covid è stato il Sindaco Gianni Montano.

Segnalato dal consigliere provinciale di UNPLI Lombardia, Agostino Alloro, per l’impegno e il lavoro svolto durante l’emergenza sia in qualità di Sindaco che di medico, nella mattinata di martedì 30 giugno Giovanni Montano si è recato a Codogno, comune gravemente colpito dall’epidemia, per ricevere un riconoscimento.
“Per la provincia di Varese – spiegano gli organizzatori – il riconoscimento viene dato al dottor Giovanni Montano, medico chirurgo e attuale sindaco del Comune di Olgiate Olona, per l’attenta e quotidiana informazione data attraverso varie piattaforme social, per essersi attivato immediatamente e personalmente per il reperimento e la distribuzione di mascherine, ancora prima delle forniture ufficiali, e per essere riuscito a stare efficacemente vicino ai suoi cittadini.
Inoltre a Montano è riconosciuto in merito di aver messo in campo un’organizzazione estremamente efficace che ha coinvolto la protezione civile e le altre associazioni di volontariato nella distribuzione porta a porta di aiuti. In ultimo il riconoscimento è stato conferito anche per il fatto di essere stato coinvolto nella quarantena dei familiari, che ha portato al temporaneo ricovero di uno di essi, continuando a prestare servizio medico”.

Voglio dedicare questo riconoscimento a tutti i miei concittadini – commenta il Sindaco Montano – che durante l’emergenza sanitaria hanno dimostrato un forte senso civico e una grandissima solidarietà. Un riconoscimento che deve essere condiviso con tutti i volontari che hanno lavorato per provvedere alle esigenze del territorio, come la Protezione Civile, gli Alpini, i Carabinieri in Congedo, le forze dell’ordine, la Caritas, le Associazioni, gli imprenditori olgiatesi e gli uffici comunali, in particolare la Polizia Locale e l’ufficio tecnico”.

Copyright @2020