SABATO 19 E DOMENICA 20
Rievocazione storica manzoniana

Il prossimo fine settimana sarà decisamente fuori dal consueto per i frequentatori della Valle, che vedranno la zona antistante la chiesa del Lazzaretto e la Casa di Alice tornare indietro nel tempo sino a raggiungere il 1600 raccontato dai Promessi Sposi di Manzoni

Loretta Girola

marnate

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Il prossimo fine settimana sarà decisamente fuori dal consueto per i frequentatori della Valle, che vedranno la zona antistante la chiesa del Lazzaretto e la Casa di Alice tornare indietro nel tempo sino a raggiungere il 1600 raccontato dai Promessi Sposi di Manzoni.

“Ci è piaciuta molto l’idea di mettere in scena il Manzoni e i suoi Promessi Sposi – spiega Fabrizio Trigila – del resto il Lazzaretto fu costruito per commemorare i morti della peste del 1630, che colpì pesantemente anche Marnate e i paesi della zona. Cercavamo un evento che potesse mantenere alta l’attenzione sul Lazzaretto e far rivivere questa parte della Valle, e questo ci è sembrato fatto apposta per noi”. A partire dalle 11.30 di sabato 19 maggio, dunque, sarà possibile “Rivivere Marnate e il suo Lazzaretto ai tempi del Promessi Sposi”, grazie alla collaborazione tra il Comitato per la Tutela e la Conservazione del Lazzaretto di Marnate, l’Associazione Casa di Alice e l’Associazione Culturale Storinsubria – gruppo storico “Crapa De Mort”.

“Quello che ci riproponiamo – sottolinea Giovanni Banfi – è di mettere la gente a contatto con la storia, facendola vivere loro in modo attivo, creando un contesto dal quale poter imparare; è per questo che abbiamo deciso di ricostruire anche sei scene dei promessi sposi, partendo dall’incontro tra Don Abbondio e i Bravi per concludere la rievocazione domenica con l’incontro nel Lazzaretto di Renzo e Fra Cristoforo con Don Rodrigo. Le scene saranno equamente distribuite tra sabato e domenica, e in questo lasso di tempo si potrà assistere anche alla ricostruzione di alcuni momenti parte della vita quotidiana dell’epoca, come ad esempio l’arrivo dei soldati, un duello e una rissa in un bar; questo ci permetterà anche, oltre che far conoscere quel periodo storico, di spiegare chi realmente fossero i personaggi che popolano il romanzo di Manzoni”.

Alla rievocazione, che gode del Patrocinio dei comuni di Marnate e Olgiate Olona, sono stati anche invitati gli alunni delle scuole, che, come gli altri ospiti, potranno godere delle visite guidate e degli accompagnatori che spiegheranno nel dettaglio il significato di quanto allestito.

“Già l’anno scorso – conclude il Sindaco Marco Scazzosi – grazie al lavoro del comitato sono state raccolte in pochissimo tempo moltissime firme per far entrare il Lazzaretto tra i luoghi del cuore del FAI, e siamo sicuri che quest’anno, grazie anche ad esenti come questi, potremo raggiungere quei risultati che ci permetteranno di accedere ad un finanziamento e poter così partire con i lavori. Purtroppo, infatti, per noi non è semplice reperire i fondi necessari per ridare vita al Lazzaretto, che è un punto di riferimento per l’intero nostro territorio; iniziative come questa, dunque, sono importanti, perché contribuiscono a farlo conoscere ed apprezzare da un pubblico sempre più ampio”.

Copyright @2018