PRONTO IL CARTELLONE 2019/2020
Riparte la stagione di BA Teatro, 80 spettacoli per tutti i gusti e le età

Sta per aprirsi una ricchissima stagione teatrale, all'insegna della storica sigla BA Teatro che raggruppa la programmazione di Fratello Sole, Manzoni, San Giovanni Bosco, Sociale, PalkettoStage. Al via da martedì 8 ottobre

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Prende il via la nuova stagione cittadina di Ba Teatro, storica sigla che raggruppa la programmazione dei teatri Fratello Sole, Manzoni, San Giovanni Bosco, Sociale, Spazio Teatro Alberto Caprioli. Dall’8 di ottobre si aprirà un cartellone straordinario con un’offerta di ben 80 spettacoli per tutti i gusti e tutte le età.

“È per noi motivo di orgoglio presentarci alla città con un calendario ricco come questo” ha affermato Manuela Maffioli, assessore alla Cultura, rivolgendo un triplice ringraziamento ai teatri cittadini, “per il lavoro immane che consente di offrire 80 titoli con uno sforzo ulteriore che permette di scongiurare le sovrapposizioni in calendario. Per lo spirito di collaborazione che da sempre li accompagna, per la buona pratica di fare rete in città che contraddistingue tutti i tavoli della cultura. I teatri  – sottolinea Maffioli – sono baluardo ineffabile contro il degrado, alfieri della cultura sul territorio e svolgono una funzione di educazione al bello. Le sale contribuiscono a diffondere il “virus sano” della cultura. La battaglia per la cultura entra a far parte del sistema di città come elemento di sviluppo e i teatri ne sono uno degli esempi più fulgidi”.

A Villa Tovaglieri, si sono riuniti i referenti di ciascun teatro per presentare la programmazione della nuova stagione. Per il Teatro San Giovanni Bosco, Claudio Fantinati, ex assessore, afferma: “Sono felice perché quello che abbiamo avviato anni fa si sta incrementando. Il nostro teatro nel quartiere di Sant’Edoardo attraversa un momento di passaggio essendo arrivato da pochi giorni un parroco nuovo. Noi abbiamo pensato di dover articolare percorsi integrati sulle varie discipline (teatrale, cinematografica, incontri culturali) secondo un filo conduttore da approfondire. Mettere insieme cultura ed educazione è la missione dei “Viandanti Teatranti”. Vorremmo che questo teatro fosse considerato a tutti gli effetti della città e non più periferico, attraverso un offerta di qualità. Siamo tutti volontari, le idee sono chiare”. La stagione teatrale  si articola in due sezioni, quella del teatro serale e quella pomeridiana per bambini e famiglie. “Scegliamo un linguaggio contemporaneo, fresco con attori e compagnie giovani”, spiegano Fabrizio Bianchi e Sergio Salmoiraghi della compagnia Viandanti Teatranti.

Ad illustrare il cartellone di PalkettoStage, è Cetti Fava: “Trattiamo il teatro in lingua originale, ringraziamo l’assessore Maffioli che ci ha motivati a lavorare con grande coesione con tutte le sale teatrali. Collaboriamo, in particolare, con il Teatro Sociale. Il pubblico si è fidelizzato ed abbiamo programmato quattro spettacoli in più la domenica pomeriggio dedicati alle famiglie. Il cartellone prevede quattro spettacoli in lingua inglese e uno in italiano in occasione della festa della donna. La stagione si inaugurerà con Grease, seguiranno The importance of Being Earnest, Peter Pan, Las Aventuras de Sancho Panza e Amorosi Assassini”.

Daniele Gertrudi presenta la stagione di Educarte al Teatro Sociale: “Le giornate pirandelliane per la prima volta si prolungheranno per una settimana, Enrico Bonavera, l’Arlecchino ufficiale del Piccolo Teatro di Milano, terra un workshop. Siamo stati i primi a credere nell’operazione BA Teatro e stiamo riuscendo bene nell’intento di coordinarci ”. Sempre al Sociale, partirà Progetto Zattera con Noemi Bassani che prevede sette domeniche dal 13 ottobre a marzo a teatro con le famiglie. In cartellone ci sono anche sette spettacoli scolastici già sold out ed una mostra “Arrivano i burattini a teatro” dal 21 novembre al 1° dicembre nel Ridotto del Teatro Sociale.

Il Teatro Fratello Sole continua con successo la rassegna dedicata ai bambini, “A piccoli passi”, che si svolgerà di sabato, oltre ad un’iniziativa per le scuole con film, incontri e proposte teatrali, tra i quali lo spettacolo “Il circo dei diritti” in occasione della Giornata per l’Infanzia. Benedetta Sarrica afferma: “L’obiettivo è quello di essere un punto di riferimento per il quartiere”.

Stagione ricca di volti noti al Teatro Manzoni, dove il pubblico è fortemente fidelizzato ed è elevato il numero di abbonati: “Proponiamo una stagione teatrale con 8 spettacoli del circuito nazionale in sette mesi. I generi spaziano da commedie brillanti, prosa e musical”. Il cartellone prevede grandi nomi: Antonio Cornacchione che presenta uno specchio della crisi della politica italiana nella sua commedia “L’ho fatto per il mio paese”. Poi Sara Valerio e Giuseppe Zeno in “Non si uccidono così anche i cavalli”, Alessandro Preziosi in “Vincent Van Gogh”, seguirà “Il silenzio grande” con Stefania Rocca e Massimiliano Gallo, “Belle Ripiene” con Rossella Brescia e Tosca D’Acquino, “A cosa servono gli uomini” con Nancy Brilli, “L’avaro di Moliere” e infine “Maurizio IV. Pirandello Pulp” con Gianluca Guidi e Giampiero Ingrassia.

Il cartellone completo è consultabile nel pieghevole “BA Teatro”, realizzato dalla tipografia comunale: si tratta di un vademecum che presenta gli spettacoli in ordine cronologico per permettere al pubblico di essere aggiornato sulle proposte giorno per giorno. L’opuscolo è da oggi in distribuzione negli spazi comunali e sarà pubblicato sul sito del Comune e sui profili social.

Copyright @2019