k.o. Antoniana, mister Colombo lascia la panchina
Riscatto Cas e Beata. Pari Borsanese

Tornano a vincere Cas e Beata. Una Borsanese acciaccata si ferma sul pari. Antoniana ancora ko: mister Colombo lascia la panchina; sconfitte anche Busto 81, San Marco, Ardor, San Filippo.

Simone Testa

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Le squadre bustocche comprese fra l’Eccellenza e la Seconda Categoria sono scese in campo per la sesta giornata dei campionati dilettantistici; quarto turno invece per la Terza Categoria. Tornano a vincere Cas e Beata. Una Borsanese acciaccata si ferma sul pari. Antoniana ancora ko: mister Colombo lascia la panchina giallorossa; sconfitte anche Busto 81, San Marco, Ardor, San Filippo.

Eccellenza

Settimo Milanese-Busto 81: 2-0

Il Busto 81 di Paolo Crucitti cade in casa del Settimo Milanese. Prestazione sottotono dei Tori bustocchi che, dopo un primo tempo equilibrato, pagano a caro prezzo un errore in fase di disimpegno e passano in svantaggio. Nel finale un colpo di testa su corner vale il definitivo 2 a 0 per il Settimo Milanese, che si prende così la vetta della classifica. Scivolano invece al quarto posto i bustocchi.

“Prestazione brutta, siamo partiti male siamo arrivati anche peggio. Cerchiamo di archiviare questo risultato negativo in fretta e rialziamoci” commenta il direttore tecnico Danilo Vago.

Promozione

Union Villa Cassano-Cas: 0-2

Torna alla vittoria il Cas di Luciano Cau, che supera per 2 a 0 l’Union Villa Cassano. I sinaghini sbloccano le marcature alla mezz’ora dopo la discesa sulla fascia di Finato, che mette in mezzo per il giovane classe 2001 Gomaa che con il piattone non sbaglia. Sul finire del primo tempo Brusa, dopo un bel contropiede, si procura un calcio di rigore. Dal dischetto di presenta il capocannoniere Berton che sigla il settimo centro in sei partite. 2 a 0. La ripresa si apre con un’uscita troppo irruenta che costa un altro calcio di rigore e il cartellino rosso al portiere cassanese. Dagli undici metri ci prova ancora Berton, ma il secondo portiere di Cassano si oppone. Nel finale il Cas si procura altre occasioni, gestisce al meglio la partita e porta a casa i tre punti.

“Contento per il risultato, ma abbiamo sprecato veramente troppo, specialmente nel secondo tempo quando eravamo anche in superiorità numerica. Dobbiamo migliorare sotto questo aspetto ed essere più cinici” ammette mister Cau

Prima Categoria

Antoniana-Accademia BMV: 0-2

L’Accademia BMV supera l’Antoniana con un gol per tempo e, complice il pareggio dell’Ispra, si prende il secondo posto della classifica. La crisi dei giallorossi non accenna a risolversi e mister Colombo, dopo un colloquio a fine partita con il presidente Cosentino, rassegna le sue dimissioni. Attesa per domani la riunione dei vertici della società di via Ca’ Bianca per decidere a chi affidarsi per l’operazione salvezza.

“La sensazione è che la squadra faccia fatica e che non trovi la giusta reazione a questo periodo negativo. Ho provato a cercare diverse soluzioni, ma non ci sono riuscito. Serve una scossa. A fine partita ho parlato con il presidente Cosentino e gli ho comunicato la mia volontà di dimettermi. Spero che questo possa far scattare la scintilla all’interno dello spogliatoio e che i ragazzi trovino la giusta reazione per uscire da questo momento difficile” dichiara mister Colombo.

Turbighese-San Marco: 1-0

Altra sconfitta per la San Marco del duo Torretta-Efrem, che viene superata di misura dalla Turbighese. I bustocchi vanno vicini al gol il tiro di Gallarati e la successiva ribattuta di Carraro, salvata sulla linea. Anche padroni di casa si procurano le loro occasioni, ma per portare a casa i tre punti basta il pasticcio fra portiere e difensore bustocco, che finiscono per scontrarsi nel tentativo di prendere una palla alta lasciando, di fatto, la porta sguarnita per il comodo gol dell’attaccante locale.

“Partita brutta da parte di entrambe le squadre. Usciamo ancora a mani vuote e questo ci pesa. Le assenze non sono una giustificazione: abbiamo fatto poco e male” ammette mister Efrem.

Seconda Categoria

Città di Samarate-Beata Giuliana: 0-1

Torna a vincere il Beata Giuliana, che batte a domicilio il Città di Samarate. I ragazzi di mister Rossetti passano in vantaggio al 10’ con l’eurogol di Burgos, che scaraventa in rete il pallone con un bel destro al volo dopo il cross di Machmoum. Il resto della partita vede diverse occasioni da entrambe le parti, le più pericolose per i rossoblù portano la firma di Rizzo, Isgrò e dell’assistman Machmoum. Nel finale l’atmosfera diventa incandescente, il Beata colleziona due cartellini rossi, ma riesce a restare compatto e a portare a casa il bottino pieno nonostante la sofferenza negli ultimissimi minuti.

Prova di carattere, abbiamo sofferto ma ci siamo compattati bene. Oggi la voglia di vincere ha fatto la differenza, portiamo a casa 3 punti che fanno morale” dichiara mister Rossetti.

San Massimiliano Kolbe-Borsanese: 1-1

Si ferma sul pari la Borsanese di Davide Tomanin. Nonostante i numerosi infortunati, i bustocchi riescono ad interpretare bene la partita e passano in vantaggio con il gol di Durante sugli sviluppi di una punizione calciata da De Michele. Ma il Kolbe risponde poco dopo e ripristina il pari. I bustocchi sfiorano il nuovo vantaggio per ben due volte con Tagliabue, ma l’attaccante biancoazzurro non riesce a trovar fortuna. La partita resta accesa fino alla fine, con la Borsanese che recrimina per un rigore non concesso su un fallo di mano.

“Prestazione buona, ma abbiamo lasciato lì due  punti. Dobbiamo lavorare sull’attenzione in certe dinamiche di gioco, ogni tanto facciamo errori veramente troppo grossolani” evidenzia mister Tomanin.

Terza Categoria

Jeraghese-Ardor: 3-1

L’Ardor di Matteo Gastaldello scivola in casa della Jeraghese, che resta a punteggio pieno. Sono i padroni di casa a sbloccare le marcature con un tapin dopo una punizione respinta dal portiere bustocco. Gli ardorini riacciuffano il pari poco dopo con il destro a giro sul secondo palo di Cannizzaro. Nella ripresa, però, la Jeraghese riesce a riportarsi avanti con un tiro ad incrociare. Cannizzaro prova a riequilibrare nuovamente il risultato, ma a tu per tu con il portiere locale, l’attaccante azzurro colpisce il palo e parte il contropiede jeraghese, che viene poi fermato in maniera irregolare in area bustocca: calcio di rigore. L’attaccante locale calcia bene, ma Pomato vola e gli dice di no. L’Ardor prova a rientrare in partita in tutti i modi, ma senza esito. Nel finale, la Jeraghese mette il risultato in cassaforte con il gol del 3 a 1.

“Sono abbastanza contento della prestazione, è stata una molto fisica e giocata a grande intensità. In settimana abbiamo lavorato molto su questi aspetti e dovremo andare avanti in questa direzione se vogliamo fare il salto di qualità” analizza mister Gastaldello.

 San Filippo-Torino Club: 2-4

K.o. casalingo per il San Filippo, che viene battuto dal Torino Club. Parte in salita il match dei bustocchi che, complici alcune sbavature difensive, si ritrovano sotto di due gol. I ragazzi di mister De Bernardi reagiscono prima con M. Terranova, che sfrutta al meglio il filtrante di Azzolini per dimezzare lo svantaggio, e poi con Segantin che su calcio di rigore completa la rimonta. I biancorossi si procurano anche l’occasione per portarsi in vantaggio, ma il portiere ospite a tu per tu con M. Terranova non si fa superare. Gol sbagliato, gol subito. E il Torino Club firma il 3 a 2 grazie ad un tiro sporcato dalla deviazione di un difensore bustocco. Nel finale la formazione ospite segna il definitivo 4 a 2 su penalty.

“Sul due pari ci abbiamo creduto e abbiamo anche sfiorato anche il gol. A livello psicologico quel gol che non è arrivato, e che poi loro hanno fatto, ha pesato tantissimo” commenta mister De Bernardi.

Copyright @2019