Agesp informa
Ritiro a domicilio del verde, ulteriore possibilità

Ulteriore possibilità per smaltire il verde derivante dai giardini di casa e dagli sfalci. Possibile il ritiro - su prenotazione - anche senza bidone carrellato

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Ulteriore possibilità per smaltire il verde derivante dai giardini di casa e dagli sfalci. Lo comunica Agesp Spa in una nota. “Al fine di agevolare l’utenza cittadina che necessita di smaltire i rifiuti provenienti dalle attività di giardinaggio domestico, ed in considerazione del consistente numero di richieste pervenute per l’adesione al servizio di raccolta del verde in emergenza COVID-19 mediante bidone carrellato fornito da AGESP, la cui disponibilità è al momento terminata, la società, in accordo con l’Amministrazione comunale, ha ritenuto di prevedere una possibilità di conferimento del verde anche con modalità alternativa all’utilizzo del bidone carrellato”.

Come fare. Sarà possibile richiedere – attraverso una e-mail all’indirizzo [email protected] con oggetto “Servizio di ritiro verde in emergenza COVID-19” e l’indicazione di nome e cognome del richiedente, numero di telefono e indirizzo dell’abitazione – un passaggio straordinario gratuito per il ritiro dei rifiuti derivanti da lavori di giardinaggio e sfalci. Gli scarti vegetali potranno essere conferiti all’interno di sacchi (riempiti per metà), di contenitori propri oppure legati bene in fascine.

I sacchi e i contenitori – riempiti fino ad un peso massimo di circa 6 chilogrammi ciascuno – una volta svuotati dall’operatore saranno lasciati alla cura dell’utente, per lo smaltimento o per l’eventuale riutilizzo.

“Si raccomanda – precisa Agesp – ai cittadini che hanno già avanzato domanda di non inviarne una nuova, in quanto sarà tenuta in considerazione la prima. Si ritiene utile precisare che Agesp, con un notevole sforzo a livello di organizzazione, sta cercando di andare incontro a tutte le richieste, tuttavia è corretto sottolineare che il soddisfacimento delle domande non potrà essere illimitato, pertanto si confida anche nel buon senso dei cittadini”.

Manutenzione parchi e giardini privati. “In vista dell’approssimarsi della stagione dei pollini – conclude la nota della società comunale – per contribuire alla salvaguardia della salute della cittadinanza, considerando importante l’attività di manutenzione di parchi e giardini privati, su indicazione dell’Amministrazione comunale sarà data ai giardinieri ed operatori con codice ATECO 81.3 e requisiti sotto specificati, la possibilità di accedere al Centro Multiraccolta per il conferimento del verde, con apertura straordinaria nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 16.00 alle ore 18.30. Come previsto dall’Autorizzazione Provinciale della piattaforma di via Tosi, l’ingresso degli operatori è subordinato ai seguenti requisiti: autorizzazione da parte del Comune di Busto Arsizio con rilascio di apposita tessera magnetica; regolare iscrizione all’Albo Nazionale Gestori Ambientali per il codice CER 20.02.01; compilazione del Formulario di identificazione del rifiuto; provenienza dei rifiuti esclusivamente dal territorio comunale di Busto Arsizio (tale origine deve essere esplicitata nelle annotazioni del Formulario)”.

Copyright @2020

NELLA STESSA CATEGORIA