Convegno organizzato dall’Avis di Borsano venerdì 26 ottobre
Il ritorno delle malattie infettive

Appuntamento di grande importanza previsto per venerdì 26 ottobre presso il salone della “Casa della Salute” di Borsano (inizio alle ore 20.45). Il gruppo rionale dell’Avis, guidato dal referente Luigi Pinciroli, ha organizzato un incontro di strettissima attualità

Enrico Salomi

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Appuntamento di grande importanza previsto per venerdì 26 ottobre presso il salone della “Casa della Salute” di Borsano (inizio alle ore 20.45). Il gruppo rionale dell’Avis, guidato dal referente Luigi Pinciroli, ha organizzato un incontro di strettissima attualità per il quartiere e, più in generale, per l’intera cittadinanza. Il titolo è “Il ritorno delle malattie infettive”, con un inequivocabile sottotitolo che sottolinea una emergenza sanitaria spesso legata a casi di malnutrizione, di scarsa igiene, di povertà, di indigenza e di comportamenti non corretti dal punto di vista sanitario (“vecchie e recenti infezioni prese alla leggera”). Al tavolo si alterneranno relatori di grande importanza. Interverranno il dottor Paolo Vitiello (infettologo presso l’Unità di Oculistica di Malattie Infettive dell’Ospedale S. Gerardo – ASST di Monza), che relazionerà sul tema “malattie infettive emergenti e ri-emergenti: lo scenario attuale” e la dottoressa Eugenia Trotti (medico psicoterapeuta, nonché Ricercatrice e Professore aggregato di psicologia clinica all’Università dell’Insubria di Varese), che si addentrerà in “HIV e malattie trasmissibili sessualmente: prevenire il contagio sembra facile. Allora perché nessuno lo fa?”. Modererà il dibattito il dottor Vincenzo Saturni (già Presidente dell’Avis Nazionale), che a sua volta si addentrerà nel tema “HIV, malattie trasmissibili sessualmente e donazioni di sangue: a che punto siamo?”). L’evento gode del patrocinio del Comune di Busto Arsizio, della ASST Valle Olona, dell’Avis Busto Arsizio e Valle Olona e dell’Avis della provincia di Varese. Ovviamente la partecipazione al convegno è libera ed è aperta a tutta la cittadinanza.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA