LADRI TRADITI DALL’ANTIFURTO SATELLITARE
Ritrovate in un campo nomadi tre moto rubate a Castellanza

Al momento del furto, le Ducati si trovavano nell'officina della concessionaria. Denunciato il titolare del capannone in cui sono state trovate dai Carabinieri

CASTELLANZA

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Nella notte del 3 luglio scorso si era verificato un furto di moto in una concessionaria di Castellanza. In particolare, erano state rubate tre Ducati per un danno di oltre 50 mila euro. Le moto erano di proprietà di appassionati del genere e ricoverate presso l’officina per alcune riparazioni.

Nelle scorse ore i Carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Busto Arsizio, sfruttando una disattenzione (o forse la mancata conoscenza dell’esatto funzionamento dell’antifurto satellitare) sono riusciti ad individuare l’area in cui almeno una delle moto poteva essere stata nascosta. Dopo una serrata ricerca nella zona, effettuata stringendo sempre più il raggio d’azione, i militari sono giunti in prossimità del terreno abitualmente occupato da alcuni soggetti di famiglie “sinti”, italiani e sostanzialmente stanziali sul territorio.

In particolare, in un capannone all’interno di quest’area, peraltro ben recintata, sono state trovate tutte e tre le moto rubate dal concessionario di Castellanza.
Il soggetto “titolare” del capannone, un 35enne, disoccupato e pregiudicato, è stato denunciato per ricettazione, in attesa dell’esito delle indagini finalizzate ad accertare l’identità degli autori del furto.

I motocicli recuperati, in perfette condizioni, sono stati restituiti ai legittimi proprietari.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA