Riunione di generali…

Quando si riuniscono troppi "generali" difficilmente "si va in guerra". Incombe la strategia. Quindi, si discute nel dettaglio e si prova prima a difendersi, piuttosto di attaccare.

Gianluigi Marcora

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Quando si riuniscono troppi “generali” difficilmente “si va in guerra“. Incombe la strategia. Quindi, si discute nel dettaglio e si prova prima a difendersi, piuttosto di attaccare.

E’ ciò che è avvenuto ieri, a Busto Arsizio, nell’Ufficio del Sindaco, Emanuele Antonelli che ricopre due cariche: quella, appunto di Primo Cittadino a Busto Arsizio e quella di Presidente della Provincia di Varese.

Prima di elencare i nomi dei “generali“, meglio ribadire qual è lo scopo della riunione. Si parla di “cortesia istituzionale“, ma il “sottofondo” (non possiamo tacerlo) riguarda l’evolversi della grande “retata” di personaggi illustri, alcuni dei quali finiti in galera o agli arresti domiciliari. Antonelli vuole sapere, insomma, qual è l’entità degli equilibri e come si possa governare dentro questo turbillon di notizie.

Guardano tutti a come “andrà a finire” la consultazione elettorale. Sotto il “mirino” dei Politici c’è Forza Italia (che in troppi chiamano….debolezza), ma c’è pure chi asserisce che “cambiano gli uomini ma gli ideali restano“. Staremo a vedere.

Intanto, il “consulto” c’è stato nell’intimità Politica e il peso dell’inchiesta giudiziaria ha scosso gli equilibri. Dovrà il Sindaco stabilire come governare in Busto Arsizio e con chi; porre attenzione a come fare altrettanto in Provincia. Vediamo i nomi degli “invitati”: Giacomo Caliendo (Forza Italia), Matteo Bianchi (Lega), Raffaele Cattaneo (Popolari), Giuseppe De Bernardi Martignoni (Fratelli d’Italia), Corrado Canziani (Lega), Marco Riganti (Forza Italia) – questi due Capigruppo in Provincia) – Francesco Speroni (Segretario Lega locale) e Gigi Farioli già “nominato” quale emanazione locale del Commissario straordinario di Forza Italia, Caliendo.

Ogni illazione – ora – può incorrere in una smentita. La strategia del governo locale è indicata, ma contiene troppi se ….se vince Forza Italia, se vince la Lega….se il M5S strappa consensi tali a indurre l’alleata Lega ad alzare la voce, se l’eventuale posto vuoto da vicesindaco dovrà essere occupato, se le varie Liste Civiche avranno un “peso” non trascurabile al voto, se, il PD ….se!

Di certo c’è che martedì prossimo ci sarà a Busto Arsizio il Consiglio comunale. I “generali” hanno predetto che non ci sarà lotta di strategia e che tutto si consumerà alla luce della ….sera, visto che la riunione non si svolge di giorno.

Di solito, la “guerra” si fa dopo che le parti non trovano un accordo e soprattutto dopo che nessuno ha la volontà di vedersi con gli altri. Qui, i “generali” si sono visti. A metà settimana prossima, ogni dubbio sarà svelato….possibilmente, evitando la “guerra“.

Copyright @2019

DALLE RUBRICHE