Meccatronica & Management in Liuc
RoboThespian presenta il Master Mema

Giunto alla sesta edizione il Master in Meccatronica e Management. Si avvale della collaborazione di aziende del calibro di D’andrea, Festo, Ferrero, Hydac, Kuka Roboter Italia e Sew Eurodrive

Luciano Landoni

castellanza

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Fondere la specializzazione tecnica (tipica dell’ingegnere) con la cultura generalista dell’organizzazione aziendale (tipica del manager) per ottenere, come “prodotto” finale, una figura professionale ricca di talenti, curiosità, capacità comunicative, spiccata tendenza a valorizzare il lavoro di gruppo.

Ѐ questo, in sintesi estrema, l’obiettivo del Master in Meccatronica e Management (MEMA) che è stato presentato nell’elegante cornice di Villa Jucker alla Liuc-Università Cattaneo di Castellanza.

Giunto alla sesta edizione, il Master si avvale della diretta collaborazione di aziende del calibro di D’andrea, Festo, Ferrero, Hydac, Kuka Roboter Italia e Sew Eurodrive che metteranno a disposizione i loro manager nella veste di docenti. Un perfetto connubio fra Università e imprese industriali avente come finalità ultima la preparazione di vere e proprie “mentidopera” attraverso cui accrescere il livello competitivo delle stesse imprese.

L’ha detto chiaramente la Professoressa Elena Tosca, Direttore del Master MEMA, che, immediatamente dopo il saluto del Rettore della Liuc Federico Visconti, ha citato le parole del Professore giapponese Keiju Matsushima, uno dei massimi esperti mondiali di robotica, secondo le quali. “Si ridurranno le attività a basso valore aggiunto. Sempre più sarà necessario sostituire la ‘manodopera’ con le ‘mentidopera’. Sempre di più le nostre aziende avranno fame di professioni della conoscenza”.

Un obiettivo formativo estremamente ambizioso che potrà essere raggiunto solo attraverso la stretta collaborazione fra il mondo della ricerca e quello della produzione. Insomma, il futuro “cerca” futuri professionisti desiderosi di incontrarlo e conquistarlo. Non a caso, ad accogliere giovani studenti, manager e docenti universitari nella sala conferenze di Villa Jucker c’era RoboThespian, un robot costruito da Festo, che con voce inevitabilmente metallica e movenze altrettanto inevitabilmente meccaniche ha dato a tutti il benvenuto.

“Mantenere il giusto equilibrio fra ciò che rappresenta il nuovo – ha precisato significativamente il Rettore Federico Visconti, che non ha nascosto la propria leggera inquietudine a parlare dopo un robot – e ciò che fa parte della storia è il ruolo della nostra Università”.

Gian Paolo Arosio, President Region EMEA di Festo – multinazionale tedesca da 3 miliardi di euro di fatturato, leader nella movimentazione pneumatica ed elettrica con una megafabbrica situata a Scharnhausen (Germania) integralmente progettata secondo i parametri dell’Industria 4.0 -,  ha ribadito quanto sia importante per l’intero settore dell’automazione poter avvalersi di ingegneri dalla “mente aperta” e capaci di “comunicare con gli altri”.

Gli ha fatto eco Eugenio Alessandria, Head of Innovation Automation-Networking-MES and OEE della Ferrero (10 miliardi di fatturato, 20 stabilimenti sparsi nel mondo e grande bandiera del “made in Italy” a livello internazionale con i suoi prodotti alimentari, uno su tutti: la mitica “Nutella”), a capo di un team composto da 260 ingegneri in Germania e in Italia, sottolineando quanto sia rilevante e strategicamente fondamentale in rapporto alla gestione aziendale “mettere insieme le competenze ingegneristiche con quelle relazionali”.

Gli stessi concetti ripresi e ulteriormente approfonditi da Gianluca Branca, Ceo Kuka Roboter Italia (oltre 3 miliardi di fatturato annuo, 12.000 dipendenti) e da Mirko Otranto, HR Manager di Sew-Eurodriver Italia.

Il Master è suddiviso in 450 ore d’aula e 720 di stage presso alcune tra le principali aziende del settore dell’automazione; la durata complessiva del percorso formativo è compresa nell’arco temporale che va dall’ottobre 2017 al luglio 2018.

La giornata di presentazione si è conclusa con le testimonianze di ex-studenti delle precedenti 5 edizioni del Master e con la dimostrazione pratica delle “capacità” di RoboThespian comandato da Marco Orlandi, Marketing Manager di Festo.

Copyright @2017