ciclismo
Roglic vince la Tre Valli Varesine numero 99

Lo sloveno firma una nuova grande vittoria nel suo incredibile e stupendo 2019. Dopo la vittoria finale alla Vuelta e le due tappe al Giro d’Italia anche il timbro nella classicissima varesina

Ottavio Tognola

varese

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Ha vinto il più in forma, una delle grandi firme del ciclismo internazionale rappresentato da 14 team World Tour (la Champions League delle due ruote per intenderci) che hanno partecipato a un’edizione della Tre Valli Varesine da ricordare per la sua caratura tecnica, agonistica e organizzativa, nonostante quell’errore di segnalazione del percorso durante l’ultima tornata. Uno sbaglio che non può vanificare l’ottimo lavoro compiuto dalla macchina organizzativa della “Binda” del Presidente Renzo Oldani, un’anteprima di quella che sarà la corsa per il centenario della Tre Valli l’anno prossimo, e che non ha intaccato il risultato finale della gara, dove a vincere è stato il più bravo e in forma del momento, lo sloveno Primoz Roglic.

La Tre Valli, come consuetudine, è stata l’ultima prova del “Trittico Lombardo”, dopo Coppa Agostoni e Bernocchi; una corsa altamente spettacolare su di un percorso impegnativo di 197,820 Km con partenza da Saronno e arrivo a Varese con i sette giri (cinque lunghi e due corti) del circuito cittadino e arrivo in via Sacco.

La Tre Valli numero 99 si è rivelata anche una sorta di rivincita del recente campionato del Mondo, con al via l’iridato Mads Pedersen, i vincitori di Giro d’Italia e Vuelta , Richard Carapaz e Primoz Roglic, oltre a Valverde, Moscon, Formolo, Ballerini, Colbrelli e Nibali. Siciliano che, a 12 chilometri dal traguardo, con un gruppetto di altri corridori è stato protagonista del misfatto sopra citato, sbagliando strada e rallentando l’inseguimento al battistrada del momento, lo spagnolo dell’Astana Luis Leon Sanchez Gil diretto da Stefano Zanini.

Sanchez Gil è stato ripreso a 500 metri dal traguardo dalla stoccata di Roglic, che ha preceduto sul traguardo di via Sacco a Varese Giovanni Visconti e il Toms Skujins, vincitore dell’edizione 2018 della Tre Valli.

Roglic, ex professionista di salto con gli sci, ha confermato la sua annata stellare, comprendente, oltre alla Tre Valli, anche il Giro degli Emirati Arabi, la Tirreno Adriatico, il Tour de Romandie, due tappe al Giro d’Italia con terzo posto finale, vittoria alla Vuelta e Giro dell’Emilia. Sloveno che cercherà, nel prossimo Giro di Lombardia, un nuovo successo di prestigio.

A vincere il brillante messo in palio dalla Regione Lombardia per il vincitore della classifica finale del Trittico è stato Giovanni Visconti (foto sotto), un premio meritato per un vero professionista prossimo alla soglia dei 37 anni.

Copyright @2019