CARABINIERI DI FAGNANO OLONA
Rompe il braccio alla madre. Scatta il divieto di avvicinamento

Il giovane albanese è stato denunciato dalla donna, a cui chiedeva ripetutamente denaro

FAGNANO OLONA

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Un anno di aggressioni nei confronti della madre, a cui aveva addirittura rotto un braccio.

I carabinieri di Fagnano Olona hanno notificato l’ordinanza cautelare “divieto di avvicinamento al domicilio e luoghi frequentati dalla parte offesa” nei confronti di un 23enne albanese (un cameriere senza precedenti) residente a Gorla Minore.

Il provvedimento, emesso dal giudice per le indagini preliminari del tribunale Busto Arsizio, ha accolto integralmente gli esiti dell’attività di indagine svolta dalla stazione di Fagnano Olona a seguito della denuncia presentata lo scorso dicembre  dalla madre del giovane, una 52enne, anch’essa albanese.

La donna riferiva di gravi condotte persecutorie da parte del figlio ripetute per tutto il 2017, per via di una continua richiesta denaro a cui lei non riusciva a dar seguito. Durante uno dei numerosi litigi il giovane le ha addirittura rotto un braccio.

Il giudice ha disposto, pertanto, il divieto di avvicinamento alla madre e a ogni luogo da lei frequentato.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA