LA SODDISFAZIONE DEL PRESIDENTE DELLA MARRA
Rotonda del tribunale, “grazie anche al settore infrastrutture di Agesp Strumentali”

I dipendenti hanno redatto in cinque settimane il progetto definitivo/esecutivo dell’opera, ottenendo un contributo da Regione Lombardia

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

“Un grazie al Comune per aver ottenuto il finanziamento per la rotonda al tribunale ma un grazie anche al settore infrastrutture di Agesp Strumentali”.
Il presidente Alessandro Della Marra (nella foto) sottolinea il lavoro dei dipendenti del settore infrastrutture stradali della società.

A seguito di pubblicazione sul BURL del 28 marzo scorso di un “Bando regionale per cofinanziamenti a favore dei comuni per la realizzazione di interventi per la riduzione dell’incidentalità stradale”, il Comune di Busto, in data 15 maggio, aveva approvato uno studio di fattibilità, affidando ad Agesp Attività Strumentali la successiva progettazione definitiva ed esecutiva.

Il bando aveva scadenza il 7 luglio 2019 e il progetto doveva necessariamente essere predisposto entro l’ultima settimana di giugno, per consentire l’approvazione in Giunta e la trasmissione in Regione degli atti.
Il Settore Infrastrutture Stradali della società ha quindi redatto internamente, con il solo personale dipendente, in circa cinque settimane, il progetto definitivo/esecutivo dell’opera, trasmesso al Comune il 25 giugno.

Il progetto è suddiviso in due lotti: il primo prevede la realizzazione di una rotatoria sull’asse di viale Duca d’Aosta/largo Giardino/Diaz per una spesa complessiva di 490 mila Euro. Il progetto è composto da 21 elaborati, tra cui 10 tavole grafiche, oltre al Piano di Sicurezza e Coordinamento redatto internamente dal personale in possesso dei prescritti requisiti normativi.
Il secondo lotto prevede interventi relativi alla viabilità e sicurezza stradale lungo viale Boccaccio ed in alcuni incroci critici cittadini (incrocio via Isonzo/Bellini, incrocio via Pepe/Venegoni, via Samarate) per complessivi 210 mila Euro. Il progetto è composto da 14 elaborati, tra cui 6 tavole grafiche, oltre al Piano di Sicurezza e Coordinamento anch’esso redatto internamente dal personale in possesso dei requisiti normativi.

In totale il progetto esecutivo prevede una spesa di 700 mila Euro, di cui 200 mila richiesti ed ottenuti, quale contributo della Regione Lombardia.
Il progetto di Agesp si è classificato 23esimo su 119 domande, di cui 73 finanziate.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA