CINESE DENUNCIATO PER FURTO
Ruba le offerte al Tempio Civico, fermato dalla Polizia locale

Aveva asportato una cinquantina di euro usando del biadesivo. L’uomo, pregiudicato e irregolare, verrà espulso

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Lunedì pomeriggio una pattuglia della Polizia Locale ha sorpreso un cittadino cinese – poi risultato irregolare sul territorio italiano – intento a rubare le offerte da una cassetta del Tempio Civico, nella centralissima Via Fratelli d’Italia, proprio davanti al municipio.

Nonostante l’abbigliamento facesse pensare a un distinto signore sulla sessantina, gli agenti si sono insospettiti vedendolo entrare ed uscire più volte dal piccolo santuario: dopo averlo notato armeggiare all’interno del tempio per poi uscirne in modo furtivo, il personale di Polizia Locale ha proceduto al controllo dell’uomo.

La perquisizione ha permesso di trovare nelle tasche e nel borsello il denaro sottratto dalle offerte e alcuni strumenti rudimentali, come del nastro biadesivo, utilizzati per sfilare le monete e le banconote dalla cassetta delle offerte.

A seguito delle procedure di identificazione, l’uomo, oltre che irregolare sul territorio italiano e senza fissa dimora, si è anche rivelato essere pregiudicato per reati contro il patrimonio e per gravi delitti contro la persona.

Nei suoi confronti è quindi scattata la denuncia per furto aggravato, il sequestro di circa cinquanta euro in banconote e monete sottratte dalle offerte e degli strumenti utilizzati per asportare il denaro. A suo carico dell’uomo sono state anche avviate le procedure finalizzate all’espulsione dal territorio italiano.

Il Comandante Claudio Vegetti e l’assessore alla Sicurezza Massimo Rogora hanno espresso apprezzamento per l’attività svolta dal personale “che ha mostrato competenza e capacità investigativa, finalizzate ancora una volta a garantire il rispetto delle regole in materia di sicurezza urbana”.

Copyright @2019