IN MANETTE UN 55ENNE DI SOLBIATE OLONA
Ruba un’auto e trascina la proprietaria sull’asfalto. Arrestato dopo un inseguimento

L’uomo si era dato alla fuga colpendo al volto la proprietaria del mezzo, che si era aggrappata alla portiera

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

È terminata dopo un inseguimento di alcuni chilometri la fuga di un 55enne pregiudicato italiano di Solbiate Olona, bloccato da i Carabinieri a bordo di un fiat Doblò appena rapinato.

L’uomo, che nella serata di domenica si aggirava a piedi nella zona residenziale di Olgiate Olona, ha approfittato del momento in cui la conducente dell’auto– una 35enne di origini sudamericane – era scesa dal mezzo per aprire il cancello della sua abitazione. Salito a bordo del veicolo, si è dato alla fuga trascinando per alcune decine di metri la vittima, che si era aggrappata alla portiera del furgone nel tentativo di bloccare il rapinatore.

Quest’ultimo, dopo averla colpita più volte al capo ed al volto, è riuscito a farla rovinare al suolo. A seguito della richiesta pervenuta al “112” da alcuni automobilisti che hanno assistito alla scena, i Carabinieri della Compagnia di Busto Arsizio si sono immediatamente messi alla ricerca del mezzo in fuga, cinturando l’area e pattugliando le strade di possibile transito.

Intercettato il veicolo, il conducente è stato bloccato dai militari dopo un inseguimento di due chilometri.
Il malvivente è stato arrestato per rapina e denunciato in stato di libertà per guida in stato d’ebbrezza poiché, al momento dell’arresto, ha rifiutato di sottoporsi all’accertamento con etilometro. Il veicolo, la borsa e tutti gli effetti personali custoditi all’interno dell’auto sono stati interamente recuperati e restituiti alla vittima. La donna, accompagnata all’ospedale di Busto Arsizio, è stata dimessa con una prognosi di otto giorni per “policontusioni e trauma cranico non commotivo”.

L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia di Busto Arsizio, in attesa del giudizio per direttissima.

Copyright @2019