FURTO COMMESSO DA DUE MINORENNI
Rubano un giubbotto, “traditi” da un passante

Colpo sfortunato per un quindicenne e un sedicenne. I due avevano ripreso il furto commesso in un negozio del centro di Busto

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Un quindicenne e un sedicenne hanno tentato senza fortuna un “colpo” in un negozio di abbigliamento in centro a Busto Arsizio.

Giovedì scorso i due, dopo qualche giro tra gli scaffali, hanno prelevato di soppiatto un giubbotto e si sono allontanati senza passare dalla cassa. Per la rapidità del gesto neanche i commessi si sono accorti del furto, ma il loro atteggiamento sospetto non è sfuggito ad un passante che, subodorando un furto, ha avvertito il Commissariato della Polizia di Stato.

Subito dopo la Volante ha intercettato i ragazzi in via Bramante e, notando che uno di loro indossava un giubbotto nuovissimo, gliene ha chiesto conto. Le spiegazioni del teenager sono apparse piuttosto goffe, tanto più che proprio in quel momento dalla mano gli è caduta l’etichetta del capo di abbigliamento, appena tagliata. Come se non bastasse, un’ulteriore prova a loro carico è stata offerta dalla visione del cellulare di uno dei due, dove i ladruncoli avevano registrato un breve filmato nel quale si vantavano del furto appena subito e si facevano beffe del commerciante.

Dopo essere stati denunciati per furto e, uno di loro, per il possesso di due coltelli, sono stati affidati ai genitori mentre il giubbotto è stato restituito al negoziante.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA