24^ giornata - il Busto 81 evita il peggio
San Filippo strappa il derby. San Marco a valanga, il Cas allunga in vetta

San Filippo batte Ardor 1 a 0. "Manita" San Marco, vincono anche Cas e Antoniana; pari Busto 81 e Borsanese. Sconfitto il Beata

Simone Testa

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Ventiquattresima giornata dei campionati dilettantistici. Il derby bustocco di Terza Categoria va al San Filippo. In Eccellenza il Busto 81 strappa il pari all’ultimo respiro. In Prima Categoria la San Marco cala la manita, mentre il Cas ringrazia ancora una volta l’Antoniana – che ha fermato la Vanzaghellese seconda della classe – ed allunga in vetta. Pari a reti inviolate per la Borsanese; sconfitta beffarda per il Beata.

Eccellenza

Busto 81-Ardor Lazzate: 1-1

Evita la peggio il Busto 81 di Stefano Civeriati, che strappa il pari a pochi minuti dal triplice fischio. Il match inizia in salita per i bustocchi, che passano in svantaggio nelle fasi iniziali di gara sugli sviluppi di un corner. A peggiorare le cose per i nerrazzurri arriva anche (al 40’) l’espulsione di Berberi per doppia ammonizione. Poco dopo l’arbitro la combina grossa, e fischia la fine della prima frazione di gara con tre minuti d’anticipo, salvo poi richiamare in campo i giocatori dopo le accese proteste da parte di entrambe le panchine. Nella ripresa i Tori bustocchi, nonostante l’inferiorità numerica, crescono e riescono a strappare il pari a cinque minuti dalla fine con la pennellata di Palumbo su punizione.

“Arbitraggio non all’altezza di questo campionato. Ci sono state diverse chiamate errate per entrambe le squadre e l’episodio capitato sul finire del primo tempo si commenta da solo” commenta il team manager Giorgio Tomasini.

Prima Categoria

Cas-Cantello Belfortese: 2-0

Il Cas di Luciano Cau si libera del Cantello Belfortese con un gol per tempo ed allunga in vetta. Partita vivace e combattuta, che si sblocca alla mezz’ora con Berton che, da vero rapace d’area, non perdona un mezzo pasticcio fra portiere e difensore ospite ed insacca l’1 a 0. Il secondo tempo si apre con il raddoppio sinaghino, sempre grazie a Berton, che sfrutta al meglio il suggerimento di Nardone dopo il lancio lungo di Caccia; l’attaccante blues stoppa il pallone, si libera della marcatura e batte nuovamente l’estremo difensore ospite. Poco dopo la situazione si complica ulteriormente per il Cantello, che resta in dieci. L’inferiorità numerica, però, non scoraggia gli ospiti che tentano ugualmente l’assalto finale, ma senza esito.

“I ragazzi hanno messo in campo voglia e carattere. Adesso non dobbiamo guardare la classifica e quello che succede dietro di noi, dobbiamo solo pensare a portare a casa i tre punti partita dopo partita” sottolinea mister Cau.

Antoniana-Vanzaghellese: 1-0

Non si ferma più l’Antoniana di Cristian Pavone, che supera di misura anche la Vanzaghellese seconda della classe e si conferma “ammazza-grandi” di questo girone A di Prima Categoria. Partono decisamente meglio i bustocchi, che si portano avanti con Macchi, che batte in diagonale il numero uno della Vanzaghellese su invito di Sorrentino. Successivamente i giallorossi sfiorano il raddoppio sempre con Macchi, poi con Corbetta e per due volte con A. Venturelli. Nella ripresa gli ospiti si rendono pericolosi più volte su palla inattiva, ma il portiere bustocco Melchiorre salva tutto. I giallorossi rispondono con il tiro da lontano di Macretti e con il blitz in area di Ranieri, che però, a tu per tu con l’estremo difensore ospite, non riesce a gonfiare il sacco. Ma l’1 a 0 basta e avanza ai bustocchi per incassare i tre punti e proseguire nella loro scalata verso la salvezza.

“Ottima prestazione, soprattutto nel primo tempo, dove abbiamo creato tanto e abbiamo concesso poco o nulla. Forse l’unica cosa che posso ‘rimproverare’ ai ragazzi è quella di non aver chiuso subito la partita” evidenzia mister Pavone.

Luino Maccagno-San Marco: 0-5

La San Marco di Paolo Marchiorato travolge il fanalino di coda Luino Maccagno per 5 a 0 e lancia un importante segnale nella lotta salvezza. Ai bustocchi bastano solo 30 minuti per rifilare tre schiaffi alla formazione lacustre ed ipotecare così i tre punti. Apre le danze Gallarati con una magia al volo da 25 metri, segue Gallo di testa dopo una bella azione di Vendemmiati e poi Napolitano arrotonda su calcio di rigore. Nella ripresa il Luino non riesce a rientrare in partita, e i bustocchi dilagano. Prima Vendemmiati e poi Gallarati siglano il quarto ed il quinto gol con altre due incornate vincenti.

“Ottima prestazione, ne avevamo bisogno. Ci aspetta una lotta per la salvezza davvero agguerrita, con la classifica che, ad oggi, è cortissima. Ogni partita sarà come una finale” analizza mister Marchiorato.

Seconda Categoria

Calcio Canegrate-Beata Giuliana: 1-0

Sconfitta beffarda per il Beata Giuliana di Alfredo Rossetti, vittima della “dura legge del gol” proprio negli ultimissimi istanti di gioco. Match equilibrato, con un leggero predominio del gioco da parte dei bustocchi, che contano anche il maggior numero di palle gol create, ma le conclusioni di Burgos e compagni non riescono a finire sul tabellino dei marcatori. Succede così che, nell’ultimo minuto del recupero, con i rossoblù sbilanciati in avanti alla ricerca dei tre punti, nasce il contropiede che porta al gol-partita dei canegratesi. Triplice fischio e beffa per il Beata Giuliana.

“Nel calcio ha ragione chi segna, e questa volta hanno avuto ragione i nostri avversari. Abbiamo pagato le nostre imprecisioni in fase di realizzazione” evidenzia mister Rossetti.

Olgiatese-Borsanese: 0-0

La Borsanese di Davide Tomanin, nonostante i diversi assenti, ferma sullo 0 a 0 l’Olgiatese seconda della classe. Ma è un risultato che sta decisamente stretto ai biancoazzurri, che nel primo tempo mettono alle corde gli olgiatesi con un ottimo giro palla ed un pressing alto efficace, ma l’occasione più clamorosa, targata De Michele, sbatte sul palo. Nella ripresa i bustocchi continuano ad essere i più pericolosi, ma senza riuscire a pungere. Policetta, a cinque minuti dal termine, non riesce a finalizzare a tu per tu con il portiere avversario e il punteggio resta inchiodato sullo 0 a 0.

“Pareggio che ci sta stretto per quello che si è visto in campo. Ma adesso pensiamo solo a raggiungere la salvezza matematica il prima possibile, abbiamo un discreto vantaggio e le prossime partite saranno decisive” dichiara mister Tomanin.

Terza Categoria

San Filippo-Ardor: 1-0

Va al San Filippo di Diego De Bernardi il derby bustocco di Terza Categoria contro l’Ardor di Matteo Gastaldello. Il gol-partita dei biancorossi arriva al trentesimo del primo tempo con un pallone recuperato a centrocampo da Gucci; verticalizzazione per Giuseppe Terranova che, con un filtrante preciso, pesca il fratello Majkol che insacca con un bel diagonale. Nella seconda frazione di gara si presentano diverse occasioni da entrambe le parti, ma il punteggio non si sposta dall’1 a 0 in favore del San Filippo.

“Questa è la dimostrazione che siamo una squadra che ha ancora ampi margini di miglioramento. Abbiamo incontrato diverse difficoltà nel corso dell’anno fra infortuni e problemi vari, ma oggi ci siamo tolti una bella soddisfazione e ci godiamo il momento” commenta mister De Bernardi.

“Oggi non c’è stato l’impegno e la cattiveria agonistica giusta, forse è mancata anche un po’ di lucidità da parte mia nel leggere la partita, ma così non è sufficiente. Il nostro obiettivo resta quello di tornare in seconda categoria il prima possibile, ci proveremo già dall’anno prossimo, ma dobbiamo ancora migliorare” chiarisce mister Gastaldello.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA