Santità, la invitiamo alle premiazioni di 1000 E … UNA STORIA

Luciano Landoni

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Santità, la invitiamo alle premiazioni di
1000 E … UNA STORIA
(23 novembre, ore 21)

di Luciano Landoni

“Se l’hai sognato, vuol dire che puoi farlo!”, diceva Walt Disney.
Uno che di sogni se ne intendeva, avendone regalati tanti a tutti noi.
Il tema dei sogni è un tema importante, soprattutto in questi tempi cupi e truci nei quali viviamo.
Talmente cupi e truci da uccidere i sogni?
Il pericolo esiste, inutile nasconderselo.
Non a caso Papa Francesco, rivolgendosi a migliaia di giovani al Circo Massimo di Roma il sabato prima di Ferragosto, ha detto: “I sogni sono importanti. Tengono il nostro sguardo largo, ci aiutano ad abbracciare l’orizzonte, a coltivare la speranza in ogni azione quotidiana”.
“I sogni – ha aggiunto il Papa – ti svegliano, ti portano in là, sono le stelle più luminose, quelle che indicano un cammino diverso per l’umanità”.
Attenzione, però, ha ammonito Francesco, a non farsi ingannare/narcotizzare dai “sogni della tranquillità” che “addormentano” e che “fanno di un giovane coraggioso un giovane da divano”.
Santità, noi della GMC Editore siamo completamente d’accordo con Lei!
E’ da 9 anni che, contando sulla nostra passione e sulla collaborazione di chi ha creduto in noi e continua a crederci perché oltre alla passione ci abbiamo messo e ci stiamo mettendo tutta la nostra professionalità, organizziamo un premio letterario che si intitola 1000 E … UNA STORIA di cui sono protagonisti proprio i giovani e i giovanissimi.
Ogni anno, da nove anni a questa parte, scegliamo un tema che ci sembra particolarmente calamitante/intrigante, ne traiamo un titolo il più possibile incuriosente e lo proponiamo ai giovani e giovanissimi studenti.
Insomma, cerchiamo di “scatenare” la loro fantasia, i loro sogni, la loro voglia di mettersi in gioco.
Le scuole ci hanno detto e ci dicono grazie e gli imprenditori del territorio ci sostengono perché hanno perfettamente capito, e noi con loro, che il futuro o è dei giovani oppure non è; però i giovani devono essere motivati, devono essere incentivati e aiutati a provarci, a “sognare” e, magari, a concretizzare i propri “sogni”.
Il nostro piccolo (grande) progetto è a loro disposizione.
Santità, perché non viene a verificarlo di persona?
La invitiamo a prendere parte alla cerimonia di premiazione dell’edizione 2018 di 1000 E … UNA STORIA (il tema di quest’anno è racchiuso in queste cinque parole: “La tua chiave di scrittura”) che si svolgerà venerdì 23 novembre, ore 21, teatro Sociale di Busto Arsizio.
Sono arrivati in redazione, provenienti da tutta Italia, oltre un migliaio di racconti.
Un vero record, almeno per noi.
Santità, si segni sulla sua personale agenda la data del 23 novembre.
L’aspettiamo, non ci faccia aspettare invano!

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA