SABATO 8 FEBBRAIO
Screening gratuito per individuare l’ambliopia

Il Comune di Olgiate Olona mette in pista una serie di controlli visivi gratuiti per i bambini in età pediatrica, grazie alla convenzione sottoscritta con la Fondazione Raimondi di Gorla Minore

Loretta Girola

olgiate olona

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Anche quest’anno il Comune di Olgiate Olona mette in pista una serie di controlli visivi gratuiti per i bambini al fine di individuare precocemente alcuni difetti che se non diagnosticati nei primi anni di vita potrebbero portare a gravissime conseguenze.

L’Assessorato alla Salute, dunque, grazie ad una convenzione con la Fondazione Raimondi Francesco di Gorla Minore, organizza per sabato 8 febbraio un programma straordinario di controllo precoce della vista rivolto ai bambini nati tra il primo gennaio 2017 e il 30 aprile 2019. Un esame molto semplice, di pochi minuti, assolutamente indolore tramite autorefrattometria binoculare, un’apparecchiatura in grado di individuare i difetti più grossolani della vista e di scoprire l’ambliopia, un gravissimo problema che, se non curato entro i 4 o 5 anni, può portare alla sostanziale cecità permanente in un occhio. Si tratta di un esame estremamente importante poiché l’ambliopia, più spesso conosciuta come “occhio pigro”, non dà segno di sé e difficilmente i genitori riescono ad accorgersene, perché generalmente l’occhio sano sopperisce perfettamente alle carenze di quello malato. La diagnosi precoce di questa patologia, invece, consente una completa guarigione col semplice uso di occhialini.

Le famiglie dei bambini interessati hanno ricevuto in questi giorni tramite lettera un invito ad aderire all’iniziativa.

“L’adesione al controllo non è obbligatoria ma vivamente raccomandata – ricorda il Sindaco Gianni Montano – l’iniziativa non è solo un esempio di buona sanità: è soprattutto un’opportunità per i nostri figli, che mira a garantire una precoce prevenzione dei problemi di vista”.
“Prevenire l’ambliopia – sottolinea l’Assessore Mauro Carnelosso – ha anche un positivo risvolto socio economico, in quanto numerosi studi al riguardo hanno confermato che la spesa per uno screening visivo preventivo è di gran lunga inferiore a quella sostenuta per far fronte alle ricadute sociali di questa patologia se trascurata. Siamo convinti che la tutela della salute e del benessere dei nostri concittadini debba partire dalla prevenzione, ed è in quest’ottica che stiamo cercando di operare come assessorato. Questo screening rappresenta una sorta di filtro che permetterà di scoprire con molto anticipo eventuali problemi di salute visiva del bambino in modo da intervenire tempestivamente”.

Ai bambini che aderiranno allo screening verrà consegnato in omaggio il libretto “Anche le principesse portano gli occhiali”, corredato da alcune note sulla prevenzione dei difetti di vista in età pediatrica. Per maggiori informazioni visita il sito www.progettoelisa.it

Copyright @2020