Da martedì 11 l’apertura alla cittadinanza dell’aula Techel
Scuole Bossi, al via tante nuove iniziative grazie al bando del Ministero

Con il progetto legato alla valorizzazione ed allo sviluppo dell’arte e della cultura locale dal titolo “Protagonisti con le Bossi”, la scuola bustocca si è aggiudicata il bando del Ministero dell’Istruzione “Piano triennale delle Arti” ed ha dato il via ad una serie di iniziative

Simone Testa

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

L’Istituto Comprensivo Statale Gian Alberto Bossi, con il progetto legato alla valorizzazione ed allo sviluppo dell’arte e della cultura locale dal titolo “Protagonisti con le Bossi”, si è aggiudicato il finanziamento di 10000 euro del bando regionale del Ministero dell’Istruzione “Piano triennale delle Arti” ed ha dato il via ad una serie di iniziative.

Lo ha annunciato la preside Silvana Vitella, che spiega: “Abbiamo presentato un progetto molto ampio, che prevedeva in primis la valorizzazione dei talenti dei nostri ragazzi attraverso una didattica orientativa”. La prima fra le tante iniziative si propone si diffondere ed approfondire la storia di Busto Arsizio, e partirà già da martedì 11 dicembre con l’apertura alla cittadinanza dell’aula “Techel” di storia (dalle ore 9 alle 11) grazie alla collaborazione degli ex professori dell’Istituto: Rabolini e Speroni. La classe, che può considerarsi come un vero e proprio museo contenente numerosi reperti storici risalenti al periodo della Grande Guerra, ospiterà inoltre diversi laboratori che saranno aperti anche agli studenti di altri Istituti scolastici.

È prevista, inoltre, la creazione di percorsi tridimensionali virtuali, grazie ai visori per la realtà aumentata, che permetteranno di fare letteralmente un salto nel passato e di rivivere la storia. Questo strumento innovativo sarà disponibile entro i prossimi sei mesi, e consentirà di ripercorrere diversi scenari storici, tra cui: la battaglia di Little Bighorn, il periodo della peste ed infine sarà possibile esplorare ed approfondire un percorso riguardante il monumento ai Caduti in Piazza Vittorio Emanuele II (ora trasferito in piazza Trento e Trieste).

Non solo. Il progetto vincitore del bando prevede anche una serie di laboratori e progetti di teatro, diverse collaborazioni musicali con il liceo coreutico musicale “Bausch”, con il conservatorio di Gallarate ed infine un ballo di fine anno per gli studenti in perfetto stile “americano”.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA