COINVOLTI NELLA COLLUTTAZIONE ANCHE I GENITORI
Sedicenne aggredisce tre coetanee. Interviene la Polizia locale

Dopo la lite, la giovane e il fidanzato 22enne si sono allontanati. A bordo della loro auto è stata trovata una mazza da baseball

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Sabato 16 febbraio, nei pressi di un pubblico esercizio del centro, tre ragazze sedicenni sono state aggredite da una coetanea.
Dopo essersi riparate in un negozio vicino, le vittime dell’aggressione hanno chiamato i genitori che, arrivati sul posto, sono stati coinvolti in una lite presto degenerata in una colluttazione.

Due le pattuglie della Locale intervenute: mentre un equipaggio soccorreva le minorenni e ascoltava le modalità dell’accaduto, l’altro equipaggio  cercava di raggiungere la ragazzina e il fidanzato ventiduenne indicati come aggressori, che intanto si erano allontanati a bordo di un’auto.

Raggiunti gli aggressori dopo pochi chilometri, gli agenti hanno trovato a bordo del veicolo, nascosta di fianco al sedile, una mazza da baseball, di cui il giovane non è stato in grado di giustificare la presenza.

La mazza è stata sequestrata e nei confronti del ragazzo, italiano classe ’96 residente in zona, è scattata la denuncia per porto di oggetti atti ad offendere. La sedicenne invece è stata trovata in possesso di alcuni grammi di marijuana: trattandosi di stupefacente destinato all’uso personale, gli agenti hanno provveduto alle segnalazioni di rito alla competente Prefettura.

Le indagini svolte nell’immediatezza hanno chiarito la dinamica della lite tra le ragazzine e la colluttazione conseguente e le motivazioni delle stesse (questioni personali).

Dopo i controlli medici effettuati, il Comando rimane in attesa di ricevere eventuali querele da parte degli interessati, per deferire i responsabili dell’accaduto alla competente Autorità Giudiziaria anche per i reati di percosse o lesioni personali.

L’Assessore alla Sicurezza Max Rogora si è complimentato con il Comandante per l’ottimo e puntuale lavoro svolto dagli agenti e ha sottolineato il fatto che il Comando è sempre più chiamato ad intervenire non solo per interventi viabilistici ma, molto spesso, anche per fatti che possano compromettere la sicurezza dei cittadini nell’ambito del vivere quotidiano.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA