Pizzicati alla guida in stato di ebbrezza
Sei automobilisti denunciati dopo la grigliata di Pasquetta

Per l’intero weekend di Pasqua, i carabinieri della compagnia di Busto Arsizio hanno svolto un servizio straordinario di controllo del territorio. Sei denunciati e due arrestati

automobilisti denunciati

Alessio Murace

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Per l’intero weekend pasquale, i carabinieri della compagnia di Busto Arsizio hanno svolto un servizio straordinario di controllo del territorio, disposto dal comando provinciale di Varese ed esteso all’intera provincia. L’obiettivo prioritario è stato quello di vigilare sugli spostamenti dei cittadini e monitorare le molte abitazioni lasciate incustodite da chi ha pensato di trascorrere Pasqua e Pasquetta lontano da casa. Nel corso del servizio, concentratosi principalmente nelle ore serali e notturne, sono state controllati 200 persone e circa 120 veicoli.

Due gli arrestati. Un trentenne di Busto, operaio, pregiudicato. L’uomo, fermato ad un posto di blocco effettuato all’uscita dell’autostrada, è risultato colpito da un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale cittadino. Il trentenne, che era a piede libero, deve scontare due anni di reclusione per reati inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Il secondo arrestato è un ventottenne di Fagnano Olona. Anche lui è stato smascherato durante un controllo effettuato a Pasquetta tra gli avventori di un locale pubblico. Il giovane operaio deve scontare una pena di nove mesi agli arresti per rissa.

Guai in serie anche per diversi automobilisti pizzicati alla guida in stato di ebbrezza. Sei giovani sono stati fermati e denunciati dai militari nel tardo pomeriggio di lunedì, di rientro dalle consuete grigliate di Pasquetta con un tasso alcolemico superiore al consentito. Uno dei sei giovani denunciati aveva un tasso cinque volte superiore al limite consentito per legge.

Da ultimo, è stato denunciato per guida senza patente, poiché revocata, un ventiquattrenne di Busto. Il giovane è stato controllato mentre era in compagnia di altri coetanei, tutti pregiudicati, che si aggiravano in una zona residenziale di Olgiate con fare sospetto e senza una precisa ragione.

Copyright @2017