Arrestato un 37enne
Senza patente semina il panico in superstrada e provoca incidente

L’arresto del 37enne tossicodipendente si è reso necessario per le reiterate violazioni alle prescrizioni. Sabato sera scorso il marocchino ha seminato il panico in superstrada guidando un’auto senza patente e provocando un incidente stradale per aver lasciato il mezzo di traverso sulla carreggiata

GALLARATE

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Nel pomeriggio di lunedì 22 luglio, personale dell’Ufficio Anticrimine del Commissariato di Gallarate, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal Magistrato di Sorveglianza di Varese, ha arrestato un marocchino di 37 anni, domiciliato in città e sottoposto alla misura dell’affidamento terapeutico prevista per le persone tossicodipendenti. Il provvedimento di arresto si è reso necessario per le reiterate violazioni alle prescrizioni cui il marocchino era sottoposto. Il soggetto è stato più volte sorpreso a disattendere gli orari di rientro presso l’abitazione e, in più, si è reso protagonista di comportamenti pericolosi per la propria e l’altrui incolumità.

L’ultimo episodio risale alla serata di sabato 20 luglio. Il 37enne, privo di patente, si è messo alla guida di un’autovettura ed ha seminato il panico con una serie di manovre azzardate lungo la superstrada 336 “della Malpensa”, arrivando addirittura a porre di traverso il mezzo sulla trafficata arteria stradale. Fatto che ha provocato un incidente stradale in prossimità di Somma Lombardo. Non pago, ha minacciato le persone coinvolte nell’incidente, per fortuna di lieve identità, colpevoli a suo dire di averlo offeso, prima di darsi alla fuga.

La pattuglia della Sottosezione di Polizia Stradale di Busto-Olgiate Olona è stata richiamata e prontamente inviata sul posto. Dopo aver raccolto le testimonianze delle persone coinvolte e minacciate, grazie alle precise e dettagliate descrizioni, gli agenti sono riusciti a risalire facilmente al 37enne, anche tramite la targa dell’auto appartenente alla compagna. Diramate immediatamente le ricerche, il fuggitivo è stato intercettato da una pattuglia dei Carabinieri. Vistosi braccato, il marocchino ha abbandonato il mezzo per strada, dileguandosi a piedi nella vegetazione adiacente. Una – ulteriore – fuga di breve durata, perché gli agenti del Commissariato di Gallarate, raccolti i dati e dopo aver compiuto con le modalità di legge il riconoscimento del conducente, hanno fornito un quadro probatorio sufficientemente completo al Magistrato di Sorveglianza che nella giornata di lunedì ha emesso il provvedimento restrittivo in carcere.

Per il cittadino marocchino, già arrestato dal personale del Commissariato di Gallarate nel novembre dello scorso anno, anche in quell’occasione per aver violato le prescrizioni impostegli, si sono riaperte le porte del carcere di Busto. Gli verranno contestate dalla Polizia Stradale le norme di comportamento violate del Codice della Strada, con l’aggravante di aver condotto un veicolo senza patente.

Copyright @2019