Denunciato il possessore
Sequestrata pistola della prima guerra mondiale

Un olgiatese custodiva abusivamente una pistola a tamburo utilizzata dall’esercito italiano nella prima guerra mondiale. Denunciato per il possesso dell’arma del tutto efficiente e potenzialmente pericolosa

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Un uomo di Olgiate Olona che custodiva abusivamente una pistola e diverse munizioni è stato denunciato dagli investigatori del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio. Nei giorni scorsi agli agenti di via Foscolo è arrivata la notizia che un italiano cinquantacinquenne, abitante nel comune della Valle, deteneva un’arma di dubbia provenienza e comunque non denunciata. I poliziotti hanno dato credito alla notizia effettuando una perquisizione domiciliare, che ha permesso di ritrovare un revolver di grosso calibro e le relative cartucce.

Si tratta di un modello di pistola a tamburo utilizzata dall’esercito italiano nella prima guerra mondiale, classificata come arma antica ma all’apparenza del tutto efficiente e quindi potenzialmente pericolosa, che non può essere acquistata senza autorizzazione di polizia e deve essere denunciata. Il possessore è stato quindi indagato per detenzione abusiva di arma da fuoco e di munizioni e il revolver consegnato alla Polizia Scientifica per stabilirne la provenienza e l’eventuale utilizzo nella commissione di reati.

Copyright @2018