FONTANA ASSICURA: “Impegno preso, non c’è opposizione”
Sì all’ospedale unico: “Il traguardo del futuro”

Lo ha ribadito il Governatore di Regione Lombardia, Attilio Fontana, insieme all’assessore al Welfare, Giulio Gallera, nell’incontro organizzato ai Molini Marzoli, dalla fondazione Carnaghi Brusatori. Ma esplode il grido d’allarme dei medici: “Situazione attuale insostenibile”

GIOGARA

Silvia Bellezza

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

L’ospedale unico si farà. Il governatore di Regione Lombardia, Attilio Fontana e l’assessore alla Sanità Giulio Gallera hanno confermato il progetto del polo unico ospedaliero per Busto e Gallarate, durante l’incontro promosso ai Molini Marzoli dalla Fondazione Carnaghi Busatori.

“C’è la volontà, da parte della regione, di realizzare l’ospedale unico che il territorio ha richiesto – ha detto Fontana – proseguiremo in questa direzione. Le risorse ci sono, non c’è opposizione. Dopo un periodo di difficoltà, in cui tutto era bloccato, la situazione si è mossa in maniera decisa. Mi auguro ci sia piena collaborazione da parte di tutti gli operatori del mondo della sanità. Da parte mia, mantengo l’impegno”.

L’assessore Gallera,dopo un’attenta analisi dell’attuale sistema sanitario  ha ribadito l’importanza del progetto dell’ospedale unico: “Per la prima volta – afferma –  ho trovato due amministrazioni locali che sono d’accordo sul luogo più idoneo dove realizzarlo. Ora si va avanti a tappe forzate, definiremo anche cosa ne sarà dei vecchi ospedali. Dobbiamo guardare ad un futuro in cui l’innovazione tecnologica, sia elemento centrale, per valorizzare le eccellenze lombarde”. Emanuele Monti, presidente della Commissione Sanità e politiche sociali, sottolinea la validità del progetto: “Serve un nuovo presidio, moderno, capace di alzare la qualità delle prestazioni”.

Ma le preoccupazioni espresse ai vertici di regione Lombardia, dai sindaci e dai medici, riguardano la situazione attuale dei due presidi ospedalieri. Il primo a manifestare “un grido di dolore” è il sindaco di Busto Emanuele Antonelli: “Dal Governo non abbiamo ricevuto riscontri positivi negli ultimi anni – ha detto Antonelli – mi auguro che la Regione si faccia valere per poter avere ciò di cui i nostri ospedali hanno bisogno”. I medici dei presidi di Busto e Gallarate lanciano l’allarme a causa della grave insufficienza di organico, mancano, in particolare, medici di emergenza e pediatri e con l’avvicinarsi del periodo delle ferie la situazione rischia di diventare insostenibile, compromettendo la qualità del servizio sul territorio.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA