L’inaugurazione domenica 13 gennaio alle 11
Si alzano le serrande del negozio solidale di Sant’Edoardo

Sarà inaugurato domenica 13 gennaio, alle 11, il negozio solidale a Sant’Edoardo, in via Sondrio. Sarà una vera e propria bottega di quartiere per le famiglie in difficoltà. La bella iniziativa promossa dal parroco, don Emilio Sorte, con il coordinamento della Caritas decanale. “Apprezziamo lo sforzo innovativo e coraggioso della Parrocchia di Sant’Edoardo”

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Sarà inaugurato domenica 13 gennaio, alle 11, il negozio solidale a Sant’Edoardo, in via Sondrio 11. Sarà una vera e propria bottega di quartiere per le famiglie in difficoltà, un luogo dove poter fare la spesa scegliendo i prodotti allineati sugli scaffali come in un normale supermercato, in modo da aiutare queste persone a superare l’imbarazzo che spesso le induce a non chiedere aiuto e a rifugiarsi in se stesse.

La bella iniziativa, dopo tanti mesi di lavoro silenzioso e meticoloso, è stata annunciata dal parroco di Sant’Edoardo, don Emilio Sorte, ed è finita anche sulle pagine del sito web della Parrocchia San Giovanni, a testimonianza di un lavoro di coordinamento e di supervisione della parrocchia prepositurale e della Caritas decanale. All’inaugurazione di domenica 13 parteciperà, infatti, anche monsignor Severino Pagani che benedirà lo sforzo innovativo e coraggioso della Parrocchia di Sant’Edoardo e di don Emilio.

“In questi anni abbiamo cercato di unificare progressivamente le energie spirituali e pratiche delle nostre parrocchie e delle Associazioni – riporta il sito della Parrocchia San Giovanni – per favorire interventi più adeguati alla modernità e ai bisogni delle persone in difficoltà. L’apertura di un negozio solidale è l’inizio di un progetto più ampio che favorisce un maggior rispetto delle persone e un progetto cittadino più consono alla modernità. Apprezziamo lo sforzo innovativo e coraggioso della Parrocchia di Sant’Edoardo”.

Nel nuovo minimarket solidale si potrà fare la spesa scegliendo i prodotti come al supermercato con la sola differenza che alla cassa non si pagherà con il denaro ma con una tessera a punti gestita in maniera informatizzata dagli operatori e “caricata” a seconda dello stato di bisogno del nucleo familiare e della sua composizione. Il titolare della tessera potrà, per così dire, acquistare ciò che ritiene, tra un’ampia varietà di prodotti, prevalentemente generi alimentari ma anche prodotti per l’igiene personale e la casa frutto del recupero di eccedenze, di donazioni o acquisti effettuati dalla Caritas.

Il monitoraggio degli operatori garantirà che la libertà di scelta da parte degli utenti venga esercitata in maniera responsabile. Il punto di distribuzione alimentare di via Sondrio potrà inizialmente soddisfare le esigenze di 65 famiglie. Il negozio solidale sarà aperto il martedì, il giovedì e il sabato dalle ore 10 alle 12.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA

LEGGI ANCHE