DISAVVENTURA PER UNA OLGIATESE DI 47 ANNI
Si rompe una caviglia per salvare il suo gatto

La speranza di ritrovare il suo gatto, assente da casa da qualche settimana, è costata cara a una cittadina olgiatese che è caduta dal muro di cinta di una casa abbandonata. La donna è finita all’ospedale in codice giallo. Nel volo di circa tre metri si è procurata una frattura della caviglia

Loretta Girola

olgiate olona

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

La speranza di ritrovare il suo gatto, assente da casa da qualche settimana, è costata cara a una cittadina olgiatese che è caduta dal muro di cinta di una casa abbandonata in via San Carlo.

Ciccio, un gatto bianco di circa 8 anni, si è allontanato da casa i primi giorni di marzo e da allora la padrona non ha perso la speranza di ritrovare l’amato micio, pubblicando appelli sui social network e cercandolo ovunque per le vie del paese.

In queste settimane, Ciccio è stato avvistato più di una volta nella zona della chiesa di Sant’Antonio Abate, senza però che nessuno riuscisse a riportarlo a casa. Mercoledì mattina è stata la padrona stessa, un’olgiatese di 47 anni, a sentirlo miagolare in una casa abbandonata di via San Carlo. La donna si è subito attivata per cercare di recuperare e salvare il proprio animale domestico.

Si è fatta prestare una scala dalla vicina, poi si è arrampicata sull’alto muro di cinta per richiamare l’attenzione del suo micio. Presa dalla foga del momento, la 47enne si è sporta troppo, sbilanciandosi, ed è finita per cadere da un’altezza di circa tre metri.

Subito si sono attivati i soccorsi, che hanno provveduto ad aprire il cancello del giardino e a salvare la donna. L’olgiatese è stata trasportata alla Mater Domini di Castellanza in codice giallo. Nella caduta si è procurata una frattura alla caviglia.

Per cercare di salvare Ciccio, che si trova tuttora fuori casa e, nonostante la disavventura, al primo posto nei pensieri della padrona, si sono attivati anche gli agenti della Polizia Locale e i gattari della zona, che hanno posizionato delle piccole gabbie con l’intento di riuscire a riportare l’animale al proprio domicilio.

Copyright @2018