Disegnata e delimitata dai new jersey provvisori
Si “vede” e si percorre la rotonda sul viale

Si comincia a vedere e a percorrere la famigerata rotonda di viale Duca d’Aosta. La circonferenza e le strisce gialle sull’asfalto, così come i new jersey biancorossi in plastica, danno il senso della temporaneità della posa, nell’attesa che si materializzi l’opera di cui tanto si parla

GIOGARA

Alessio Murace

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Un antipasto di quello che sarà, davvero a breve e in maniera definitiva, dopo l’estate. Questa mattina si è vista, per la prima volta, la famigerata rotonda di viale Duca d’Aosta all’incrocio con via Mameli. La circonferenza e le strisce gialle sull’asfalto, così come i new jersey biancorossi in plastica, danno il senso della temporaneità della posa, nell’attesa che si materializzi l’opera di cui tanto si parla.

Le dimensioni attuali della rotatoria sono leggermente più grandi di quelle che saranno nella realtà, per permettere, in questa fase di lavori, di “parcheggiare” i mezzi da cantiere dentro l’area della circonferenza. Di certo, gli automobilisti che transiteranno sul viale cominceranno a prendere dimestichezza con la rotonda e a “metabolizzare” una vera e propria rivoluzione viabilistica.

Copyright @2018