VERSO LE ELEZIONI
“Siamo il cambiamento”. Più Solbiate presenta squadra e programma

Il candidato sindaco Roberto Saporiti, affiancato dal candidato vicesindaco Giuseppe Leo e dal coordinatore della lista Lucio Ghioldi, ha incontrato i cittadini al centro socioculturale: “Il nostro gruppo ha tradotto in un programma concreto la visione della Solbiate che verrà”

Silvia Bellezza

SOLBIATE OLONA

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Una Solbiate più giovane”, più “verde” e più “sicura”. Tre le parole chiave per il programma della lista civica “Più Solbiate” illustrato venerdì scorso al centro socioculturale di via Dei Patrioti. Sul palco il candidato sindaco Roberto Saporiti, affiancato dal candidato vicesindaco Giuseppe Leo e dal coordinatore della lista Lucio Ghioldi, ha presentato la sua squadra.

“Non sarà un one man show ma una serata corale – chiarisce in apertura Saporiti – Mi sono candidato perché il mio credo è ‘libertà è partecipazione’. Il secondo motivo che mi ha convinto è l’aver conosciuto  una squadra che ha saputo tradurre in un programma la visione della Solbiate che verrà”. “Solbiate ha bisogno di un cambiamento, noi siamo il cambiamento”, ribadisce Giuseppe Leo.

Quindi, la presentazione dei candidati consiglieri: Pamela Bianchi, Renzo Mantegazza, Donatella Spagarino, Ottavio Monfrini, Elena Mendicino, Emanuele Ghioldi, Clara Franchetti, Stefano Catone, Rita Piazza, Paolo Sotgiu, Maria Grazia Rigolin.

Non è in lista ma, in caso di vittoria alle elezioni, ricoprirà il ruolo di assessore al Verde e all’Ecologia, Fiorella Cometti, già attivamente impegnata su questo fronte: “I miei nipoti, ogni giorno mi ricordano che c’è un futuro ed è per loro che vorrei fare il meglio”, afferma Cometti.

Il programma viene presentato attraverso un simbolico “trenino” che percorre la Valle Olona verso la “Solbiate che verrà”.

I pilastri sono: la tutela dell’ambiente (con la creazione di una cintura verde, il bosco diffuso, piste ciclopedonali e l’istituzione di una consulta del verde con i comuni della Valle), partecipazione e trasparenza sulla gestione dei soldi pubblici (attraverso il ripristino delle commissioni comunali, il bilancio partecipato, la valutazione della profittabilità di alcune convenzioni come  piscina e farmacia), l’attenzione al mondo dei giovani (con il  rilancio della consulta giovani, il Patto Educativo Territoriale, Dote Comune e Leva Civica).

In campo urbanistico, tra i punti in programma, la cura dei marciapiedi, la revisione dello spostamento dell’area feste e l’avvio di uno studio di fattibilità sull’ex oratorio femminile.

Per quanto riguarda la sicurezza, si intende assumere un nuovo operatore di polizia locale, attivare il controllo vicinato e affidare alla protezione civile l’informazione sugli scenari di rischio.

Per i nuovi nati, è previsto “kit di benvenuto” e per gli studenti  il ripristino del contributo delle spese di trasporto, l’estensione del premio allo studio contributo anche ai giovani che si sono distinti nei campi dell’arte e dell’imprenditoria. Proposte anche a favore degli anziani e in campo sociale, ad esempio la distribuzione dei farmaci a domicilio, da far gestire alla Farmacia Comunale, e la creazione di gruppi di acquisto solidale. Sul fronte dello sport, il sostegno alle associazioni, l’uso più efficiente delle strutture sportive e lo sviluppo della piscina comunale.

Al termine della serata, tutti i presenti sono stati omaggiati con una piantina aromatica: “Perché vorremmo mettere un seme e farlo crescere dopo il 26 maggio”.

Copyright @2019

NELLA STESSA CATEGORIA