Denunciato dai carabinieri
Simula il furto del bancomat per riavere il denaro perso al gioco

Il denunciante, avendo “perso” diverso denaro, ha simulato il furto del bancomat con lo scopo di ottenere il risarcimento della somma perduta “al gioco”. Ne ha ricavato una denuncia per simulazione di reato

BUSTO ARSIZIO

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

I carabinieri di Busto Arsizio, a conclusione di una breve attività di accertamento, hanno denunciato a piede libero per simulazione di reato un 35enne residente in città, operaio incensurato. L’uomo, a maggio, aveva denunciato alla caserma dei carabinieri il furto del bancomat intestato alla madre convivente, 60enne di Busto.

Gli accertamenti effettuati dai militari hanno permesso di risalire ai movimenti della carta e di appurare  il suo utilizzo presso una sala slot. L’acquisizione delle immagini del sistema di videosorveglianza della “sala giochi”, dove la carta veniva utilizzata nei giorni concomitanti al presunto furto, faceva scoprire ai militari la realtà dei fatti. Era lo stesso denunciante che, avendo “perso” diverso denaro al gioco, simulava il furto del bancomat con lo scopo di tentare di ottenere il risarcimento della somma perduta. Espediente subito scoperto dai carabinieri e per il 35enne è arrivata una denuncia per simulazione di reato.

Copyright @2019