Il comitato ambiente di Borsano lancia la provocazione
“Sindaco, costruisca l’inceneritore all’ex Borri”

In prossimità della riunione dei soci Accam, a lanciare una nuova stilettata al Comune di Busto è il Comitato Inceneritore e Ambiente di Borsano. “Fate un bel camino in centro città”

Alessio Murace

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

La provocazione. In prossimità della riunione dei soci Accam, a lanciare una nuova stilettata al Comune di Busto è il Comitato Inceneritore e Ambiente di Borsano: “Perché il nostro sindaco non fa un bell’inceneritore nel terreno del Calzaturificio Borri visto che sostiene che non inquina?”.

Ovviamente, di provocazione si tratta ma gli intenti del Comitato e del suo portavoce, Adriano Landoni, sono quelli di riaccendere i riflettori sulla vicenda Accam, a poche settimane dall’assemblea dei soci che dovrà pronunciarsi sui tempi di chiusura dell’impianto di Borsano, termine attualmente fissato al 2021.

“Visto che al nostro sindaco Antonelli fa comodo dire che l’inceneritore non inquina, perché non ne costruisce uno nel terreno del calzaturificio Borri, seguendo le sue idee e quelle dei ben pensanti di Busto? Pensi i vantaggi – prosegue la provocazione del Comitato – in un colpo solo risolve il problema del terreno del calzaturificio Borri. Anziché fare un bel polmone verde, che non rende nulla, può guadagnare tanti soldi, quello che a lei interessa, con l’inceneritore. Così Busto diventa come Montecarlo e Vienna, che hanno un bel “camino” in centro città”.

Landoni, poi, snocciola i dati delle analisi epidemiologiche effettuate dalle Asl di Varese e Milano. “Esiste un’associazione significativa, con un eccesso di circa il 10% di ricoveri per gli esposti agli ossidi di azoto e di circa il 20% per quanto concerne il biossido di zolfo prodotto dall’inceneritore.

Questo per far capire cosa vuol dire avere un camino che emette giorno e notte ossidi.

Signor sindaco – conclude Landoni – lei che è il responsabile della salute dei cittadini non può far finta di niente, ha ancora tempo per lasciare una buona impronta. Elimini le fonti inquinanti a favore di una città sempre più verde. Basta guadagnare sulla nostra salute”.

Copyright @2017

NELLA STESSA CATEGORIA