Riceviamo e pubblichiamo
Sindaco interrotto o interruttore?

Riceviamo e pubblichiamo la precisazione di Alberto Rossi, moderatore dell’incontro “Una rotonda sul viale” di mercoledì 6 giugno al Museo del Tessile. Rossi intende precisare i motivi che lo hanno indotto a interrompere (e poi negare) l’intervento del sindaco Emanuele Antonelli

Nella foto, Alberto Rossi secondo da destra

Busto Arsizio

Pubblicato il:

Stampa questo articolo

Riceviamo e pubblichiamo la precisazione di Alberto Rossi, moderatore dell’incontro “Una rotonda sul viale” di mercoledì 6 giugno al Museo del Tessile. Rossi intende precisare i motivi che lo hanno indotto a interrompere (e poi negare) l’intervento del sindaco Emanuele Antonelli.

“Da un paio di giorni sulla stampa locale si sottolinea che il sottoscritto, in qualità di moderatore dell’incontro “Una rotonda sul viale” di mercoledì 6 giugno, ha rifiutato la richiesta del Sindaco di intervenire a inizio serata e ne ha interrotto l’intervento. Intendo chiarire in quale contesto è avvenuto questo rifiuto.

Come riportato, il Sindaco aveva fatto sapere che l’invito a partecipare all’incontro rivolto ai componenti della giunta comunale era stato declinato. Con gli organizzatori, che mi hanno chiesto sostituire nel ruolo di moderatore un giornalista già contattato e impossibilitato a intervenire, ho concordato la scaletta della serata, ripensata tenendo conto dell’assenza dei responsabili politici.

Quando ho visto il Sindaco entrare in sala, accompagnato dall’assessore Isabella Tovaglieri, gli ho chiesto se avesse cambiato idea, decidendo di partecipare all’incontro. Mi ha fatto cenno di no e si è seduto in prima fila. Quando stavo dando la parola al primo relatore, il Sindaco si è alzato e si è posto davanti al tavolo presidenziale rivolgendosi al pubblico, senza prima interloquire con gli organizzatori, il moderatore dell’incontro, gli esperti presenti.

Ora, quando si interviene in un ambito pubblico, è da persona educata rispettare le regole del gioco stabilite dagli organizzatori, che avevo esplicitato ad introduzione della serata. Il Sindaco si è comportato come un padrone senza valutare adeguatamente le conseguenze del proprio comportamento.

Se il Sindaco mi avesse chiesto di intervenire per illustrare il progetto della rotatoria, lo avrei volentieri invitato a parlare in coda agli interventi programmati e a fermarsi per rispondere alle domande del pubblico a lui rivolte.

Invece, dopo aver declinato l’invito, il Sindaco arriva alla festa e rovescia il tavolo.

Spero che questo episodio insegni al Sindaco a rispettare, d’ora in poi, le regole della civile convivenza e che, riguardo alla rotatoria, si possa discutere nel merito.

Alberto Rossi”.

Copyright @2018

NELLA STESSA CATEGORIA